Salute

Grasso addominale e Alzheimer sembrano essere collegati

L'eccesso di tessuto adiposo attorno agli organi centrali dell'addome è associato a cambiamenti nel cervello 15 anni prima dei sintomi dell'Alzheimer.

Non c'è purtroppo nessun reale motivo di vanto nella pancetta di mezza età. L'eccesso di grasso addominale (o, come lo chiamano gli esperti, grasso viscerale) è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, per il diabete di tipo 2 e - come emerge da uno studio appena presentato - anche per l'Alzheimer. L'obesità addominale sarebbe infatti legata a cambiamenti nel cervello che favoriscono l'Alzheimer già 15 anni prima dell'insorgere dei sintomi della demenza.

Indagine approfondita. Già diverse ricerche in passato hanno collegato obesità e sovrappeso a condizioni come l'atrofia cerebrale (cioè la riduzione permanente del tessuto del cervello) e a un più elevato rischio di demenze, ma il nuovo lavoro si concentra su un tipo specifico di tessuto adiposo: il grasso viscerale, che si trova all'interno della cavità addominale attorno agli organi interni.

Scansioni cerebrali. I ricercatori della Radiological Society of North America, che hanno presentato la loro scoperta nel corso del loro meeting annuale, hanno studiato l'associazione tra questo tipo di grasso e parametri come il volume cerebrale in risonanza magnetica, o la presenza di depositi di proteine beta amiloidi o tau evidenziata dall'esame PET (tomografia a emissione di positroni). Le aggregazioni di queste due proteine sono tipiche della fase iniziale e finale, rispettivamente, della malattia di Alzheimer.

Relazione insidiosa. Gli scienziati hanno coinvolto 54 volontari sani tra i 40 e i 60 anni di età con un indice di massa corporea (un parametro che mette in relazione la massa corporea e la statura di un soggetto, vedi) medio di 32 (obesità moderata). I volontari sono stati sottoposti a una valutazione del grasso viscerale condotta con risonanza magnetica addominale, oltre alle scansioni cerebrali citate poco fa.

È emerso che le persone che presentavano una proporzione più elevata di grasso viscerale rispetto al grasso sottocutaneo o periferico (un altro tipo di tessuto adiposo, concentrato al di sotto della pelle) avevano anche una maggiore deposizione di amiloide nella regione mediale della corteccia parietale superiore, una delle prime parti del cervello interessata dalla patologia amiloide nell'Alzheimer. L'associazione era più marcata negli uomini. Inoltre, livelli più elevati di grasso addominale erano in generale collegati anche a più marcati processi infiammatori nel cervello.

Infiammazione alla base? «Si pensa che diversi percorsi giochino un ruolo» spiega Mahsa Dolatshah, radiologa ed esperta in neuroimaging della Washington University di St. Louis nonché autrice dello studio.

«Le secrezioni infiammatorie prodotte dal grasso viscerale, in contrapposizione agli effetti protettivi del grasso subcutaneo - possono causare infiammazione nel cervello, uno dei principali meccanismi che contribuiscono alla malattia di Alzheimer». Tutto questo è già visibile attorno ai 50 anni, 15 anni prima dell'esordio tipico della malattia.

21 novembre 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us