Salute

I geni della resistenza agli antibiotici ritrovati nel suolo artico

I geni che conferiscono ai superbatteri l'immunità contro gli antibiotici di ultima risorsa sono stati rintracciati nel terreno delle Isole Svalbard, in un'area poco toccata dalla presenza umana, e a migliaia di chilometri da dove li avevamo lasciati l'ultima volta.

L'ennesima dimostrazione di quanto l'antibiotico-resistenza sia una minaccia globale e pervasiva arriva da un gruppo internazionale di ricercatori, che ha rintracciato i geni che rendono imbattibili i superbatteri in un terreno artico lontano da tutto - un'area finora considerata al riparo da questo tipo di "inquinamento".

Nei campioni di suolo prelevati nella regione di Kongsfjorden, nelle Isole Svalbard, è stata confermata la presenza del gene blaNDM-1, che codifica per una proteina, la NDM-1, che conferisce resistenza a diversi ceppi batterici e minaccia di rendere inutili anche gli antibiotici di ultima risorsa - quelli, cioè, cui si ricorre come "ultima spiaggia" per debellare le infezioni più difficili.

Contagio a macchia d'olio. Meno di tre anni prima delle analisi riportate nella ricerca, condotte alle Svalbard nel 2013, questa proteina era stata isolata nelle acque superficiali di Nuova Delhi (India). Da allora, in una manciata di anni, la molecola e il gene che la codifica si sono diffusi in un centinaio di altre località separate da migliaia di chilometri, e sono arrivati fino all'Artico, in un ambiente a lungo considerato incontaminato, in cui l'unica comunità umana è un vicino villaggio di 120 abitanti.

Come hanno fatto questi geni a viaggiare fino a qui? Gli escrementi di uccelli e di altri animali potrebbero aver contribuito alla contaminazione, ma anche la vicina presenza dell'uomo potrebbe aver avuto un ruolo.

Vie di trasporto. Benché la presenza del gene blaNDM-1 alle Svalbard non costituisca una minaccia per la salute, per il gruppo di ricerca coordinato dall'Università di Newcastle (Regno Unito) è importante sapere fin dove può spingersi la sua diffusione, e capire come si sposti nell'acqua e nel suolo: oltre a regolare l'impiego di antibiotici in ambito medico e nell'agricoltura, per fermare l'avanzata dei superbatteri in un mondo dalle distanze sempre più brevi sarà importante migliorare il trattamento dei rifiuti e il monitoraggio della qualità delle acque a livello globale.

6 febbraio 2019 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us