Salute

Francia: 500 persone assistite da psicologi e psichiatri 'd'emergenza'

Oggi presenti anche nelle aule, ministero Cultura ha approntato servizi d'ascolto per collaboratori Bataclan

Roma, 16 nov. (AdnKronos Salute) - Sono oltre 500 le persone accolte e ascoltate a Parigi da venerdì sera dagli psicologi e psichiatri che, in diversi punti e strutture, stanno offrendo sostegno alle vittime degli attentati, ai familiari e ai cittadini scioccati. E gli psicologi saranno presenti tra i banchi, oggi alla riapertura delle scuole, per aiutare a bambini e ragazzi ad affrontare l'orrore della strage.

Oltre alle cellule d'urgenza medico-psicologiche (Cump), che dal 1997 vengono attivate in Francia in caso di catastrofi per il sostegno alle persone coinvolte, sono 40 gli psicologi e gli psichiatri presenti all'ospedale 'Hotel-Dieu', che è stato dedicato espressamente all'assistenza psicologica delle persone coinvolte nell'organizzazione dell'emergenza. Un servizio di sostegno per i familiari è stato creato all'Ecole Militaire. E anche il ministero della Cultura e della Comunicazione ha aperto una cellula di sostegno psicologico dedicata ai collaboratori del Bataclan, artisti, tecnici e familiari, mentre il Comune di Parigi ha attivato un numero verde unico per dare aiuto ai parenti delle vittime, psicologico me pratico. Appena fuori Parigi, all'ospedale di Saint-Denis, vicino allo stadio, è stato attivato un altro servizio s'ascolto

L'impegno di psicologi e psichiatri, finita la fase immediata, durerà ancora due o tre settimane, necessarie per poter fornire un primo sostegno alle persone coinvolte negli attentati. Uno sforzo per il quale saranno necessari, hanno spiegato i responsabili alla stampa, rinforzi. Da qui l'appello alla disponibilità di psicologi e psichiatri volontari per la presa in carico di sindromi post traumatiche.

16 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us