Salute

Fitness: studio, con tecnologia Gps infortuni calciatori prevedibili

Roma, 3 ago. (AdnKronos Salute) - Gli infortuni dei calciatori? Ora si possono prevedere analizzando il carico di lavoro durante gli allenamenti e le partite, sfruttando la tecnologia Gps. A scoprirlo gli esperti dell'Università di Birmingham, che hanno collaborato con il Southampton Football Club per analizzare le prestazioni dei giovani sportivi e osservare i legami tra l'allenamento e le lesioni. I risultati sono pubblicati sul 'British Journal of Sports Medicine'.

L'indagine ha sfruttato una serie di dati relativi alle prestazioni del giocatore (ad esempio la distanza totale coperta o la distanza percorsa ad alta velocità), raccolti grazie ad apparecchiature Gps indossate dagli sportivi. I numeri sono stati poi analizzati in relazione agli infortuni registrati, che hanno richiesto uno stop dal calcio.

I ricercatori hanno scoperto che c'è un maggior rischio di farsi male quando i giocatori accumulano un numero molto elevato di brevi sequenze di velocità durante l'allenamento per un periodo ristretto, in media tre settimane.

Lo studio è il primo a monitorare il rischio di lesioni utilizzando la tecnologia Gps per monitorare la velocità e l'accelerazione dei giocatori sia durante la preparazione, che nel corso dei match veri e propri.

"La nostra ricerca ha un enorme potenziale di applicazione pratica e scientifica - commentano gli autori - dimostriamo infatti che, con carichi di lavoro eccessivi, il pericolo di lesioni aumenta, ma può essere ridotto introducendo gli sforzi più progressivamente. Allenandosi in questo modo, i calciatori possono sviluppare una maggiore capacità di recupero e una tolleranza superiore all'intensità dell'esercizio e alla fatica, aumentando le proprie capacità fisiche".

3 agosto 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us