Salute

Fecondazione: Veronesi, gay possono essere bravissimi genitori

Sciocco parlare di bebè sintetici, l'oncologo interviene nel dibattito aperto da dichiarazioni di Domenico Dolce

Milano 17 mar. (AdnKronos Salute) - "Se Domenico Dolce ha definito i figli nati con l'aiuto della provetta 'sintetici' ha detto una sciocchezza". E ancora: "Perché mai essere contrari alle adozioni da parte delle coppie gay? Un gay può essere un bravissimo padre o una bravissima madre, non vedo che differenza ci sia". Sono le parole dell'oncologo ed ex ministro della Sanità Umberto Veronesi.

Rispondendo ai giornalisti a margine di un evento a Milano (per presentare una collaborazione fra la Fondazione Veronesi e 'Aquae Venezia 2015', esposizione collaterale di Expo Milano), lo scienziato dice la sua nel dibattito aperto dalle dichiarazioni rilasciate dalla 'metà siciliana' della coppia di stilisti Dolce & Gabbana. Frasi in cui Dolce ha espresso le sue idee sulla famiglia, sulla prospettiva di un figlio per una coppia gay e sulla diffidenza verso la scelta di avere quelli che ha definito "bambini sintetici".

Veronesi si posiziona "sul fronte opposto. Sono favorevole alla riproduzione cosiddetta 'in provetta' perché ormai di fronte a un'aumentata infertilità, sia maschile che femminile, e a una procreazione che avviene sempre più avanti con gli anni, dobbiamo trovare delle soluzioni. È la più semplice è la procreazione medicalmente assistita". Quanto al diritto di una coppia gay di coronare la propria unione con un figlio, Veronesi si dice favorevole: "Perché mai essere contrari? Bisogna amare i propri figli. Se una persona ha questa spinta amorevole verso un figlio, che sia o non sia geneticamente suo, la cosa è più che legittima. E questo sia che si tratti di coppie gay o di genitori single".

17 marzo 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us