Salute

Fecondazione: Gb, banca seme Londra vieta donazioni da uomini con dislessia

Roma, 30 dic. (AdnKronos Salute) - La più grande banca del seme della Gran Bretagna è sotto inchiesta per aver vietato la donazione di gameti agli uomini affetti da dislessia, Adhd (sindrome da iperattività e deficit d'attenzione), autismo e alcune altre malattie. La Human Fertilisation and Embryology Authority inglese ha avviato un'indagine sul comportamento della London Sperm Bank, accusata di discriminazione ed 'eugenetica'.

Circa una persona su 10 nel Regno Unito ha un certo grado di dislessia, che causa problemi di lettura, scrittura e ortografia. Ma un numero crescente di esperti afferma che questo non dovrebbe essere considerato un handicap, in quanto è una condizione legata anche all'essere estremamente bravi in matematica e alla creatività. Fra i 'pazienti illustri', ad esempio, Albert Einstein e Steve Jobs, il defunto fondatore di Apple.

La clinica di Harley Street a Londra - ricorda il 'Daily Mail' - fornisce seme per circa 1.000 cicli di fecondazione in vitro all'anno. Steve O'Brien, presidente della Fondazione dislessia e membro del consiglio della Dyslexia Association International, ha dichiarato: "Questa è eugenetica. Si sta cercando di dire che i dislessici non dovrebbero esistere nella nostra società. Dicendo che se sei dislessico non puoi donare sperma, si minerà la fiducia delle persone che sono colpite dal disturbo, portandole a rifuggire dal chiedere aiuto".

"Quando reclutiamo un donatore - controbatte Vanessa Smith, responsabile Qualità del gruppo Jd Sanità, che gestisce la banca del seme di Londra - quello che cerchiamo è un seme di qualità in grado di produrre una gravidanza. Siamo alla ricerca di persone prive di malattie infettive e di problemi genetici che possano eventualmente essere trasmessi al bambino. L'autorità si è messa in contatto con noi e avvieremo dunque una revisione dei nostri protocolli".

30 dicembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us