Salute

Fauci ad Harvard: le nuove sfide della pandemia

L'immunologo statunitense Anthony Fauci ha parlato di covid ad Harvard, facendo il punto su quanto abbiamo imparato finora e quali sfide dobbiamo ancora affrontare.

Venerdì 10 dicembre l'immunologo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases statunitense, ha tenuto una conferenza ad Harvard dal titolo "COVID-19: Lessons Learned and Remaining Challenges" (COVID-19: le lezioni che abbiamo imparato e le sfide che rimangono da affrontare). Fauci ha parlato della pandemia e di quanto ci ha insegnato, concentrandosi in particolare sull'ultima carta giocata dal virus, quella della variante Omicron.

L'arrivo di Omicron. Fauci ha confermato che, dagli studi condotti finora, Omicron sembra diffondersi più velocemente di Delta, la variante per ora prevalente. Mentre Delta ha un tempo di raddoppio dei contagi tra gli undici giorni e le due settimane, quello di Omicron è di tre giorni: «È solo questione di tempo prima che la nuova variante diventi dominante negli Stati Uniti», ha dichiarato.

Una buona notizia c'è, ed è che le infezioni sembrano essere meno gravi rispetto a quelle causate dalla variante Delta: a parità di casi, in Sudafrica e in Regno Unito (dove Omicron è più diffusa) i ricoverati con Omicron sono meno, la loro degenza è più breve e l'ossigeno supplementare meno necessario. Ciò che preoccupa però è il rischio di reinfezioni - triplo rispetto a Delta -, ovvero che persone vaccinate o che si erano contagiate in passato possano contrarre nuovamente la covid.

L'importanza dei vaccini. Una soluzione per proteggerci da questa nuova variante sembra esserci, e verrebbe ancora una volta dai vaccini: dai primi dati, sembra che il richiamo aiuti a far aumentare la quantità di anticorpi neutralizzanti, che diminuiscono cinque-sei mesi dopo avere completato il ciclo vaccinale. «Con il richiamo dovremmo essere abbastanza protetti contro Omicron», sottolinea Fauci.

Il coronavirus della covid è difficile da tenere a bada, perché un terzo degli infetti è asintomatico e quasi il 60% dei contagi deriva da pazienti asintomatici (o presintomatici), spiega Fauci. L'unico strumento di protezione, insieme a mascherine e distanziamento sociale, rimane il vaccino: «una persona non vaccinata rischia nove volte di più di contrarre la covid, undici volte di più di venire ricoverata e quattordici volte di più di morire rispetto a un vaccinato», ha dichiarato l'immunologo.

Sul futuro. Per quanto riguarda il futuro della pandemia, Fauci concorda con chi vede difficile un'eradicazione del virus: «Il nostro obiettivo a breve termine dev'essere ridurre i contagi e le morti per riprendere una vita normale», afferma, ammettendo tuttavia che non esiste un modo per dare una misura a "un livello di controllo accettabile".

17 dicembre 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us