Salute

Farmaci: l'indagine, solo metà pazienti li prende in modo corretto

Roma, 24 nov. (AdnKronos Salute) - Pazienti 'distratti' quando si tratta di prendere i medicinali. Solo la metà, infatti, prende i farmaci prescritti secondo le istruzioni del medico. E nonostante gli studi già condotti in tutto il mondo, non si è ancora capito in che modo riuscire a spingere i pazienti a prendere i medicinali in modo corretto. E' quanto emerge da un'analisi dei ricercatori della Cochrane Library, che hanno esaminato 182 studi clinici internazionali sui diversi approcci per aumentare l'aderenza ai farmaci.Tutto sommato, da questa analisi, non sono emerse soluzioni vincenti.

"Gli studi variano così tanto in termini di progettazione e di risultati che sarebbe stato fuorviante cercare di arrivare a conclusioni generali", sintetizza Robby Nieuwlaat del Dipartimento di Epidemiologia Clinica e Biostatistica della McMaster University. "Sulla base di questo dato, non è chiaro come migliorare l'aderenza alla terapia". Su 182 studi, solo 17 secondo i ricercatori erano di alta qualità, e testavano diversi approcci, come ad esempio il sostegno di membri della famiglia o farmacisti, una speciale formazione e una consulenza mirata. Ma appena cinque di questi 17 lavori hanno mostrato miglioramenti nei risultati di salute per i pazienti e nell'aderenza alla terapia.

"Questo studio affronta una delle più grandi sfide dell'assistenza sanitaria", ha detto David Tovey della Cochrane Library. "E 'una vera sorpresa scoprire che la grande quantità di ricerca fatta" su questo tema "non ci ha fatto fare passi avanti nella nostra comprensione di come affrontare la questione". Gli autori, comunque, non demordono: hanno deciso di rivolgersi alla comunità scientifica per cercare di capire insieme come risolvere il problema. E hanno creato una banca dati degli studi più rilevanti, mettendola a disposizione di altri ricercatori del settore, per incoraggiare la collaborazione e analisi più approfondite.

24 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us