Salute

Farmaci: cardiologi, no a 'illusione protezione' da statine

Malhotra e Capewell, importante agire prima di tutto su stili di vita

Roma, 20 gen. (AdnKronos Salute) - La prescrizione diffusa delle statine, farmaci che tengono sotto controllo i livelli di colesterolo, può incoraggiare le persone a 'farsi bastare' la terapia medica e a non intervenire sui propri stili di vita non salutari. L'illusione è infatti che le pillole possano sempre e comunque fare da 'scudo' ai problemi cardiovascolari. E' l'allarme lanciato dalle pagine della rivista britannica 'Presciber' dai cardiologi Aseem Malhotra e Simon Capewell: secondo il loro parere, i medici che raccomandano questi medicinali farebbero altrettanto bene a ricordare l'importanza di mangiare una mela o una manciata di noci al giorno, per la protezione contro gli attacchi di cuore e ictus.

Malhotra e Capewell sostengono che i pazienti a basso rischio di malattie di cuore dovrebbero ricevere informazioni più chiare sui rischi e i benefici delle statine. Ma la direzione intrapresa sembra essere opposta: il sistema sanitario nazionale inglese ha recentemente raccomandato che a chiunque abbia un rischio del 10% di cardiopatie nei futuri 10 anni vengano prescritti i farmaci. E' destinato quasi a raddoppiare, dunque, il numero di persone che avrà accesso a queste terapie. Ma nell'editoriale, i due medici non cambiano idea: suggeriscono che ai pazienti a basso rischio sarebbe meglio dare solo consigli per migliorare il loro stile di vita, dato che l'80% dei disturbi di cuore è legato alla dieta, al fumo o alla mancanza di esercizio fisico.

"Le statine non dovrebbe offrire l'illusione di dare una sorta di 'protezione' a tutto tondo, consentendo di non impegnarsi in comportamenti di vita sani", scrivono gli esperti. L'anno scorso, nel corso del furioso dibattito sui benefici e i rischi delle statine, Malhotra fu costretto a ritirare una dichiarazione fatta sul 'British Medical Journal' in cui rivendicava che questi farmaci causano effetti collaterali in un paziente su 5, ricorda il 'Telegraph' online.

20 gennaio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us