Salute

Eutanasia: Ass. Coscioni, 16 richieste in agosto e 100 mila firme per Pdl

Da marzo 54 persone hanno chiesto informazioni sulla 'dolce morte'

Milano, 3 set. (AdnKronos Salute) - "Nel solo mese di agosto sono state 16 le persone che ci hanno contattato per avere informazioni sull'eutanasia all'estero. Sono esclusi dal conteggio coloro che si sono presentati in forma anonima, che farebbero raddoppiare il numero dei contatti ricevuti". Lo riferiscono dall'Associazione Coscioni Marco Cappato, Gustavo Fraticelli e Mina Welby, promotori dell'iniziativa di disobbedienza civile 'SOS eutanasia' (www.soseutanasia.it), lanciata in marzo per far sì che il Parlamento discuta la proposta di legge popolare www.eutanasialegale.it. La pdl è stata sottoscritta finora da oltre 100 mila italiani. Dall'avvio dell'iniziativa, le richieste di informazioni non anonime sono state 54.

Delle persone che si sono rivolte all'Associazione Coscioni per ricevere informazioni sulla 'dolce morte' in forma non anonima, "si contano 10 donne e 6 uomini - proseguono Cappato, Fraticelli e Welby - Il 75% ha cercato informazioni per sé, il 25% per parenti o amici impossibilitati a chiamare a causa della loro malattia": tre richieste erano per la madre, una per un amico. "Le cause prevalenti riguardano malattie degenerative (43%) o tumorali (28%), così come la comparsa dei primi segni di Alzheimer. Il 60% delle richieste di informazioni arriva dal Nord Italia, il 20% dal Centro così come dal Sud Italia".

"Nelle nostre risposte - precisano i promotori di SOS eutanasia - oltre a dare informazioni sulla sospensione delle terapie in Italia, forniamo informazioni sulle cliniche svizzere solo a coloro che potrebbero avere i requisiti, fermo restando che saranno poi le cliniche stesse a decidere sulla base della legislazione elvetica".

L'Associazione Coscioni riporta alcune delle email ricevute. "Ho 43 anni e sono affetto da sclerosi multipla primaria progressiva da circa 15 anni - si legge in una - Vivo solo e mi arrangio in tutto, ma la patologia procede con costanza e vorrei avere la serenità di poter decidere quando finire con dignità, senza dipendere dalla decisione di nessun altro".

E ancora: "Sono una signora con un tumore con metastasi. Desidererei accedere all'eutanasia, ma non so a chi rivolgermi e come fare", scrive una donna. "Sono costretto su una sedia a rotelle a causa di una lesione infettiva a livello midollare che mi ha portato a una tetraplegia - racconta un uomo - A questa si associano problemi collaterali tipo lesioni da decubito. Dal punto di vista familiare mi ritrovo solo. E' un tipo di vita che non voglio e non sono in grado di vivere".

Due richieste sono inviate da figli di madri malate. Fra le lettere c'è anche quella di una ragazza sana.

"Ho 21 anni e in pratica non mi piace la vita. Io vorrei non esser viva, credo che la mia esistenza sia sbagliata e vana, nonché un peso futuro per lo Stato e per le persone a me care. Vorrei che la gente accettasse l'idea che la vita non è per tutti. Che non tutti son felici di svegliarsi al mattino, che il dolore sa essere insopportabile, ogni minuto di ogni giorno. Vorrei sapere perché la società preferisce lasciarmi morire da sola, magari con metodi violenti o dolorosi, in solitudine, quando potrei rendere dignitose altre vite, con la mia morte".

3 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us