Salute

Estate: pediatra, sì a mete lontane per bimbi, stimoli per il cervello

Fin da pochi mesi il mezzo ideale per i piccoli è l'aereo

Roma, 28 giu. (AdnKronos Salute) - Baby-viaggiatori si diventa, a patto di viaggiare fin da piccoli. "In barba a timori e preoccupazioni, posso assicurare che per i bambini sono perfette anche le mete lontane: come ad esempio il Sud e le isole per chi abita al Centro-Nord. Spostarsi permette di conoscere ambienti diversi, odori, natura paesaggi, cibi e dialetti. Tutti stimoli preziosi per lo sviluppo della mente dei bimbi", assicura all'AdnKronos Salute il pediatra Italo Farnetani, ideatore delle 'Bandiere verdi dei pediatri', assegnate ogni anno alle località di mare a misura di bambino.

"Non è un caso che le Regioni che totalizzano più 'bandiere verdi' siano Calabria, Sicilia e Sardegna - dice il pediatra che nei giorni scorsi ha portato il riconoscimento ai Comuni di Locri, Siderno e Palmi - Ebbene, non si tratta di mete solo da sognare per chi ha un bimbo piccolo. Basta armarsi di pazienza e flessibilità, e scegliere un mezzo comodo, per consentirsi un viaggetto anche con il bimbo. La sua crescita e il suo sviluppo ne beneficeranno".

Quanto al mezzo di trasporto ideale "per i più piccoli, ma anche i più grandicelli, è di sicuro l'aereo: consente soste, cambi di prospettiva, è divertente e le tratte tutto sommato sono 'brevi', se la meta è in Italia. Certo, in caso di malattie respiratorie oppure otiti è bene consultare il pediatra", raccomanda Farnetani. "E' vero che i bambini sono abitudinari, ma facendo questo tipo di esperienza fin da piccoli - conclude - si adatteranno ai viaggi e impareranno a conoscere luoghi e persone diverse".

28 giugno 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us