Salute

Estate: dolori e infezioni i rischi dei massaggi 'low cost' in spiaggia

Fisioterapisti, necessari controlli che invece non si fanno, fenomeno dilaga

Roma, 14 ago. (AdnKronos Salute) - Non cedere alla tentazione di un massaggio sotto l'ombrellone: infezioni e dolori possono essere le conseguenze poco piacevoli della manipolazione eseguita da massaggiatori improvvisati. Massaggiatori, per lo più orientali, che continuano a essere molto presenti sulle spiagge della Penisola, e non solo. A mettere in guardia è Mauro Tavarnelli, presidente dell'Associazione italiana fisioterapisti (Aifi), evidenziando la mancanza di controlli per tutelare i bagnanti da massaggiatori abusivi.

"L'ordinanza di divieto non è stata più prorogata negli ultimi anni, e ben poco si fa per vigilare sul fenomeno - sottolinea all'AdnKronos Salute - E' invece necessario che gli organismi competenti, il ministero della Salute o i Comuni, attuino meccanismi di verifica e controllo, a salvaguardia della salute dei cittadini. Sono loro a correre rischi reali".

Per l'esperto, infatti, "non è vero, come si crede, che 'tanto non fa male'. I massaggi eseguiti da personale non qualificato possono causare dolori e infiammazioni, oppure peggiorare patologie preesistenti o 'nascoste'. Verificare lo stato generale di salute e la presenza di eventuali disturbi, che possono essere controindicati alla manipolazione, è la prima cosa che fa un fisioterapista fa - precisa - per decidere l'intervento più corretto". Non solo. I massaggi 'low cost' in spiaggia "vengono effettuati senza alcun rispetto delle norme igieniche: un professionista non lo farebbe mai", evidenzia Tavarnelli. Si rischiano funghi, infezioni, allergie della pelle.

Non si conosce la provenienza e il contenuto di oli, creme e gel utilizzati per massaggiare: queste sostanze possono causare reazioni allergiche e dermatiti scatenate dai raggi solari. Non è sufficiente l'uso di gel igienizzanti da parte del massaggiatore: finisce per mischiarsi a creme, sudore, impurità, favorendo di cliente in cliente la trasmissione degli stessi funghi che si possono prendere camminando scalzi.

Meglio, dunque, "rivolgersi a centri estetici o Spa che rispettano le norme igieniche - raccomanda Tavarnelli - per massaggi rilassanti, mentre per quelli professionali, in presenza di dolori osteo-articolari e muscolari, bisogna rivolgersi a un fisioterapista in possesso di titolo di laurea italiano o estero riconosciuto dal ministero della Salute".

Anche in questo caso, occhio agli abusivi: se i fisioterapisti laureati e qualificati sono 50 mila, si stima che i sedicenti professionisti siano almeno il doppio, circa 100 mila. "Ma è difficile quantificarli - afferma - e il dato è sottostimato. Per i cittadini non è facile verificare i titoli professionali. Per questo come Aifi promuoviamo ogni anno la campagna di sensibilizzazione 'Giù le mani', in occasione dell'8 settembre, che è la giornata mondiale della fisioterapia.

E chiediamo l'adozione di misure, come l'istituzione dell'Ordine professionale, che potrebbero portare a una maggiore tutela della nostra professione e, soprattutto, della salute dei cittadini".

14 agosto 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us