Salute

L’effetto del caffè sui nostri riflessi

Il caffè ha effetti positivi sulla nostra capacità di individuare oggetti in movimento e reagire rapidamente.

Se anche voi che leggete non riuscite a immaginare di cominciare la giornata senza una tazza di caffè, abbiamo buone notizie per voi: il vostro rituale preferito ha degli effetti positivi tangibili sul vostro organismo. Per la prima volta, infatti, un team di ricerca nato da una collaborazione tra l'università di Waterloo (Canada) e quella di Granada (Spagna), ha investigato il modo in cui bere caffè migliora alcune delle nostre capacità visive e di coordinazione, in particolare quelle relative agli oggetti in movimento. I risultati, molto lusinghieri per la bevanda, sono pubblicati su Psychopharmacology.

Che cos'è l'acutezza visiva. Lo studio è stato condotto su un campione di 21 persone, tutte intorno ai 20 anni e tutte accomunate dal fatto di assumere abitualmente poca caffeina. Il team si proponeva di analizzare gli effetti del caffè sulla cosiddetta acutezza visiva, cioè la capacità del nostro occhio di individuare e riconoscere i dettagli di quello che vediamo. L'acutezza può essere misurata sotto due condizioni: statiche, quindi la capacità di distinguere piccoli dettagli in un'immagine fissa, e dinamiche. Queste ultime sono quelle che si presentano più spesso ai nostri occhi nella vita di tutti i giorni: è molto importante che i nostri occhi siano in grado di decifrare un'immagine in movimento. È quindi un'ottima notizia scoprire che il caffè migliora queste nostre capacità.

Ora che ho preso il caffè ci vedo meglio. I partecipanti allo studio sono stati divisi in due gruppi; a entrambi è stata data, per due giorni consecutivi, una capsula da ingerire. Per il primo gruppo conteneva caffeina, per il secondo un semplice placebo. Dopodiché, usando un test computerizzato, l'acutezza visiva dei soggetti è stata messa alla prova, pre- e post- ingestione della capsula. Il gruppo che ha assunto vera caffeina ha dimostrato una maggiore acutezza visiva rispetto al gruppo placebo, riuscendo a distinguere i dettagli di un'immagine in movimento più rapidamente e con maggior precisione. Anche la velocità di movimento degli occhi e la sensibilità ai contrasti cromatici, entrambi elementi fondamentali in una vista acuta, sono state amplificate dall'uso di caffeina. Insomma, se siete consumatori abituali di caffè già lo sapevate, ma ora avete la prova scientifica che la vostra bevanda preferita vi rende più svegli, attenti e reattivi.

11 dicembre 2021 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us