Salute

Ebola, l'esperto: "Virus cambia pelle, piu' complesso riconoscerlo"

Lo afferma all'Adnkronos Salute Nicola Petrosillo, direttore dell'Uoc infezioni sistemiche dell'Istituto nazionale per le malattie infetti Spallanzani di Roma, tra i relatori del congresso Eccmid di Copenhagen. Infettivologi europei premiano Msf per lotta al virus

Copenhagen, 27 apr. (AdnKronos Salute) - Il virus Ebola sta arretrando in Africa ma cambia pelle, e questo lo rende più difficile da riconoscere. "Ebola si sta riducendo nell'Africa Occidentale e si spera che finisca, ma ci sono ancora alcuni focolai. La cosa emersa da diversi studi è che, con l'evolversi dell'epidemia, è cambiata la presentazione clinica del virus: non e' mutato sostanzialmente ma nel 15% dei casi si presenta senza febbre". Lo afferma all'Adnkronos Salute Nicola Petrosillo, direttore dell'Uoc infezioni sistemiche dell'Istituto nazionale per le malattie infetti Spallanzani di Roma, tra i relatori del congresso Eccmid di Copenhagen, evento annuale della Societa europea di microbiologia clinica e delle malattie infettive (Escmid).

Petrosillo ha fatto parte del team dello Spallanzani che ha curato e guarito il medico di Emergency, Fabrizio Pulvirenti, colpito dal virus in Africa e ricoverato per settimane a Roma. Se il virus cambia volto, "diventa complesso il riconoscimento da parte dello specialista - sottolinea Petrosillo - un aspetto fondamentale, perché se non si riconosce il virus, diventa più difficile fare un'adeguata terapia o isolare il paziente ed evitare che si diffonda il microrganismo".

Al congresso Eccmid gli esperti di malattie infettive hanno fatto il punto sulle terapie anti-Ebola, con l'auspicio di arrivare ad avere un vaccino per il 2016. "Ancora non ci sono cure efficaci - ricorda Petrosillo - e stiamo aspettando il vaccino. Si e' parlato di terapie sperimentali con anticorpi monoclonali, del siero di convalescente, di antivirali. Ci sono varie sperimentazioni, ma tutto dipende dall'evolversi dell'epidemia: più si riduce e meno c'e' pressione" per arrivare a un risultato, "ma il 2016 potrebbe essere l'anno buono".

27 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us