È commestibile la carne di animali carnivori?

tigre2
Mangeresti una tigre del Bengala? - Foto: Enrique Castro-Mendivil / Reuters

Sì, è commestibile perché dal punto di vista biochimico la carne di animali carnivori è uguale a quella degli animali erbivori, cioè costituita da acqua, proteine, grassi e sali minerali. Il motivo principale per il quale nella nostra alimentazione in genere non compaiono piatti cucinati con carni di animali carnivori risiede nel fatto che è molto più costoso allevare predatori che quotidianamente hanno bisogno di razioni di carne rispetto a erbivori che mangiano vegetali.

(Alimentazione: quante ne sai? Mettiti alla prova con questo test!)

Miti e gustosi
Secondo il fisiologo americano Jared Diamond, una delle caratteristiche che devono avere gli animali per essere facilmente addomesticati è proprio la flessibilità della dieta, e essere carnivori è un vincolo. Un altro requisito è il buon carattere: allevare animali aggressivi, come possono essere i predatori che si nutrono di carne, è molto pericoloso. Per questi motivi gli uomini, già 8 mila anni prima di Cristo, rivolsero la loro attenzione all’addomesticamento di pecore, maiali, mucche, asini, cavalli. Ciò non toglie che pietanze fatte di tessuto muscolare di animali carnivori siano incluse nella nostra alimentazione: molti pesci che finiscono sulle nostre tavole, come l’orata e il tonno, sono infatti carnivori. E anche se nella tradizione gastronomica occidentale non compaiono, serpenti, cani e gatti sono presenti in altre culture.

Ti potrebbero interessare
I 5 piatti etnici più disgustosi
Insetti a colazione 
Buon appetito! I ristoranti più strani dove dirlo


15 Gennaio 2013