Salute

Con la pandemia i bambini sono diventati più pigri (e fanno meno attività fisica)

Dopo la pandemia, i bambini britannici si muovono meno rispetto a prima e oziano di più (a differenza dei genitori).

Diversi studi hanno dimostrato che, durante la pandemia, i bambini hanno fatto meno attività fisica, complici lockdown e misure restrittive. Ma cosa è successo dopo? I bambini sono tornati a muoversi quanto prima? A questa domanda ha cercato di rispondere uno studio britannico pubblicato sull'International Journal of Behavioral Nutrition and Physical Activity, che ha confrontato l'attività fisica di due gruppi di bambini di 10 e 11 anni e dei loro genitori prima e dopo la pandemia da covid.

Più divano, meno sport. I ricercatori hanno prima di tutto misurato i livelli di attività fisica di quasi 400 ragazzini di 10-11 anni, selezionati da 23 scuole primarie dell'area di Bristol (Inghilterra) tra maggio e dicembre 2021, quando le restrizioni anticovid erano già state allentate. Hanno poi confrontato questi dati con quelli di circa 1300 bambini della stessa età, raccolti però tre anni prima.

Bambino guarda smartphone
Un aspetto connesso all'aumento della sedentarietà dei bambini è l'aumento dell'uso dello smartphone, rilevato da uno studio statunitense che ha analizzato le abitudini di bambini minori di 11 anni (per approfondire). © Alexxndr | Shutterstock

È emerso che, dopo la pandemia, i bambini erano meno attivi e più sedentari: in media il tempo dedicato all'attività fisica moderata o vigorosa era diminuito di 8 minuti al giorno – un calo del 13% rispetto ai livelli prepandemia, quando dedicavano circa un'ora al giorno all'esercizio fisico. Allo stesso modo erano aumentati i momenti di sedentarietà, segnando un +30 minuti al giorno durante la settimana e un +15 minuti durante il weekend.

Genitori più attivi. A differenza di altri studi condotti durante i lockdown, sottolineano gli studiosi in un articolo di The Conversation, questa ricerca non ha rilevato differenze di genere o contesto socio-economico: a prescindere dal reddito e dal sesso, il tempo dedicato all'attività fisica è sceso e quello sedentario è salito allo stesso modo in tutti i bambini analizzati. I genitori sono invece risultati più attivi dei propri figli: con l'allentamento delle restrizioni, la loro attività fisica è tornata ai livelli prepandemia.

Capirne di più. Il prossimo passo è capire se questa tendenza all'ozio sia momentanea o se si tratti di un impigrimento duraturo: se così fosse, sarà necessario scoprire i motivi e trovare un modo per incoraggiare i bambini a essere di nuovo attivi. Per farlo saranno necessari nuovi studi più ampi, che coinvolgano volontari da diverse parti del mondo, per comprendere appieno la portata del problema.

13 giugno 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us