Salute

Un altro dispositivo indossabile per monitorare il tumore al seno

La Nottingham Trent University presenta un dispositivo indossabile da inserire nel reggiseno per rilevare una crescita anche minima delle cellule tumorali del tessuto mammario.

Non è la prima volta che vi parliamo di dispositivi indossabili (o wearable) in grado di monitorare la nostra salute: vi avevamo già presentato un pseudo-cerotto flessibile a ultrasuoni sviluppato dal MIT, in grado di catturare immagini del tessuto mammario e rilevare tempestivamente la presenza di tumori. Ora la Nottingham Trent University (NTU) ha presentato un wearable che mira a individuare in tempo reale cambiamenti anche minuscoli nelle cellule tumorali utilizzando la corrente elettrica.

Monitoraggio casalingo. Il dispositivo, i cui trial clinici dovrebbero iniziare nei prossimi anni, consentirà alle pazienti di monitorare in modo non invasivo la crescita tumorale direttamente da casa. Il wearable potrà essere inserito in un reggiseno già acquistato oppure incorporato in un reggiseno creato appositamente: i dati raccolti verranno poi inviati sullo smartphone della paziente.

Questione di liquidi. Il dispositivo rileva il liquido presente nelle cellule del tessuto mammario, dal momento che quelle tumorali sono più dense e meno ricche di acqua di quelle sane. Sfruttando questa capacità, il wearable riuscirà a individuare la crescita delle cellule cancerose a partire da 2 millimetri. «Il tumore al seno può crescere molto velocemente», spiega Yang Wei, ingegnere elettronico alla NTU: «A volte un millimetro in sei mesi, altre volte due millimetri in sei settimane. Con questo dispositivo riusciremo a monitorarne la velocità di crescita».

Controlli più semplici e frequenti. I ricercatori sperano che il wearable faciliti il monitoraggio del cancro, un compito complesso in particolare nel caso di tumori inferiori al centimetro. Le risonanze magnetiche si realizzano spesso a diversi mesi di distanza, e talvolta la crescita tra una visita e l'altra è notevole: per questo, come nel caso del dispositivo sviluppato dal MIT, questo nuovo wearable potrebbe essere particolarmente utile per controllare i cosiddetti tumori di intervallo, che si sviluppano tra uno screening e l'altro e sono molto aggressivi.

27 marzo 2024 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us