Scienza

Deficit di attenzione e iperattività: i benefici dello sport

L'attività sportiva durante l'infanzia riduce i sintomi dei disturbi da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ma ci sono differenze tra maschi e femmine.

Iscrivere i propri figli a un'attività sportiva (senza esagerare) fin da quando sono piccoli li aiuta ad avere maggiore concentrazione durante la preadolescenza: è quanto emerge da uno studio canadese pubblicato sulla rivista Preventive Medicine, che sottolinea quanto questo sia vero però solo per le femmine.

OK le femmine, ma i maschi? «Le bambine che fanno sport regolarmente tra i 6 e i 10 anni di età mostrano meno sintomi della sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) una volta raggiunti i 12 anni, a confronto con le coetanee che non praticano attività fisica o la praticano saltuariamente», spiega Linda Pagani, capo dello studio. I maschi, al contrario, sembrano non trarre alcun beneficio comportamentale dall'attività sportiva, ma vale la pena sottolineare che i risultati della ricerca si basano sulle impressioni riportate dagli insegnanti.

L'ADHD è una sindrome che rende molto faticosi (fino a impedirli) l'elaborazione delle informazioni e l'apprendimento a scuola: lo sport mitiga i sintomi, in qualche caso apparentemente li previene, permettendo ai bambini di imparare a organizzarsi, concentrarsi e relazionarsi con gli altri, e favorendo la concentrazione e la capacità di focalizzarsi su un singolo compito.

La prevenzione cela i benefici. Ciò che ha stupito gli studiosi è che i dati raccolti, frutto di una valutazione data al comportamento dei bambini dai loro insegnanti, evidenziassero i benefici dell'attività fisica nel prevenire l'ADHD solo nelle femmine: «Durante l'infanzia, i maschi che soffrono di sindrome da deficit di attenzione e iperattività sono più impulsivi e iperattivi rispetto alle femmine», spiega Pagani, «e per questo motivo ricevono una diagnosi e un trattamento più rapidamente». Secondo l'esperta, il fatto che l'ADHD venga rilevata e curata già durante l'infanzia nei maschi, renderebbe più difficile individuare gli eventuali benefici dell'attività sportiva durante la preadolescenza; nelle femmine invece, che mostrano più raramente i sintomi di ADHD durante l'infanzia, gli eventuali effetti positivi dello sport nel prevenire i sintomi dell'ADHD durante la preadolescenza sarebbero più chiari e facilmente individuabili.

12 ottobre 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us