Salute

Da fine '800 la mortalità delle donne calata del 70% più velocemente di uomini

Roma, 7 lug. (AdnKronos Salute) - In tutto il mondo, le donne vivono più a lungo degli uomini. Ma perché questo accade? Ed è sempre stato così? Secondo un nuovo studio condotto da esperti della Leonard Davis School of Gerontology della University of Southern California, significative differenze nella speranza di vita tra i due sessi sono emerse di recente, alla fine del XX secolo. E sono il risultato della prevenzione delle malattie infettive, di diete migliori e di altri comportamenti salutari adottati dalle persone nate nel corso del 1800 e all'inizio del 1900: i tassi di mortalità sono crollati, ma sono state le donne a raccogliere i benefici maggiori e più veloci in termini di longevità.

Lo studio, pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences, ha esaminato la durata della vita di persone nate tra il 1800 e il 1935 in 13 nazioni sviluppate. Concentrandosi sulla mortalità negli adulti di età superiore ai 40 anni, il team ha scoperto che nei soggetti nati dopo il 1880, i tassi di mortalità femminili sono diminuiti del 70% più velocemente di quelli maschili.

Quando i ricercatori hanno preso in considerazione le malattie legate al fumo, i disturbi cardiovascolari sembrano essere, come oggi, la causa della maggior parte delle morti in eccesso negli uomini adulti oltre i 40 anni. Ma il fumo rappresenta soltanto il 30% della differenza di mortalità tra i sessi dopo il 1890. "Ulteriori studi - consigliano gli autori - dovrebbero includere l'analisi delle differenze nella dieta e nell'attività fisica, approfondendo la genetica e la vulnerabilità biologica tra i sessi a livello cellulare".

7 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us