Salute

Covid, 5 cose da tenere a mente ora che si allentano le restrizioni

Si rilassano le misure anticovid che ci hanno tenuto (cattiva) compagnia in inverno, ma non bisogna abbassare la guardia: ecco qualche consiglio per continuare a proteggersi.

Per la prima volta dopo mesi si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel della pandemia, e il merito è – ricordiamolo – soprattutto dei vaccini. Negli USA è stato tolto l'obbligo delle mascherine per i vaccinati, e anche in Italia si va verso un graduale ritorno alla normalità, con le diverse riaperture programmate da qui a luglio. Dal momento che però il virus non è svanito (e che non svanirà da un giorno all'altro) è importante continuare a proteggersi anche nelle settimane e nei mesi a venire, specie se non si è ancora stati vaccinati. La BBC ha stilato una lista di cinque cose da tenere a mente per vivere più tranquilli e godersi la tanto agognata libertà.

Se incrociate uno sconosciuto senza mascherina, non fatevi prendere dal panico. Come vi avevamo spiegato qualche mese fa, passare per strada vicino a una persona che non indossa la mascherina non comporta un rischio. È vero che la distanza sociale è fondamentale per diminuire le possibilità di contagio, ma conta anche il tempo che passiamo assieme a qualcuno: se si tratta di un attimo, a meno che lo sconosciuto non vi starnutisca o tossisca in faccia, non succede nulla.

Il contagio per contatto con superfici infette è difficile. È stato uno dei grandi dubbi dei primi mesi, quando indossavamo i guanti per andare ovunque e disinfettavamo le mani in maniera compulsiva. Inizialmente si era arrivati addirittura a ipotizzare che il SARS-CoV-2 resistesse fino a 28 giorni su una superficie, ma le condizioni affinché ciò avvenga sono praticamente irrealizzabili: studi recenti hanno infatti dimostrato che il rischio di ammalarsi di covid toccando una superficie contaminata è meno di 1 probabilità su 10.000.

La ventilazione è molto importante. Un'altra grande incognita del contagio è rappresentata dagli aerosol, minuscole particelle che emettiamo anche solo respirando e che si diffondono facilmente nell'aria in uno spazio chiuso, arrivando a infettare persone distanti tra loro. Ecco perché è fondamentale ventilare correttamente gli spazi chiusi, che si tratti di una palestra, un ristorante o una casa dove ci si ritrova con gli amici, dove è bene aprire due finestre per favorire il ricambio d'aria - e con l'avvicinarsi della bella stagione, meglio prediligere aperitivi e cene all'aperto.

I luoghi affollati sono da evitare. Andare a cena in un ristorante al chiuso il sabato sera potrebbe non essere la scelta migliore di questi tempi: più persone ci sono, più aumenta il rischio di contagio tramite aerosol.

Ricordate che non è necessario che il portatore del virus sia al tavolo con voi: se anche fosse distante da voi oltre due metri, le particelle virali infette potrebbero raggiungervi rimanendo in sospensione nell'aria, specie se il luogo non è correttamente ventilato.

Vaccinatevi appena possibile! Infine un monito, ripetuto tante volte ma mai troppe: vaccinatevi. È questa l'arma più potente che abbiamo per sconfiggere la covid. Tutti i vaccini approvati sono altamente efficaci contro le forme gravi e mortali della malattia: se questo motivo non vi basta, pensate che anche solo con una dose la catena dei contagi si riduce del 50-65%, e se i vaccinati vengono contagiati contraggono la malattia in forma leggera e con una bassa carica virale.

22 maggio 2021 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us