Salute

COVID-19 sta bloccando le vaccinazioni contro altre infezioni

Il distanziamento sociale per la COVID-19 costringe a interrompere vitali campagne vaccinali di massa per polio, morbillo e altre malattie epidemiche.

Le organizzazioni che gestiscono le campagne vaccinali di massa in Paesi con sistemi sanitari precari si stanno trovando costrette a decidere tra due scenari ugualmente spaventosi: proseguire, infrangendo le norme di distanziamento fisico e mettendo bambini e genitori a rischio di contrarre la COVID-19, o fermarsi in via precauzionale, aumentando le probabilità di altre pericolose e talvolta mortali infezioni virali. Nella maggior parte dei casi, si sta scegliendo questa seconda via, ritenuta oggi "il male minore": ma le conseguenze dello stop vaccinale saranno drammatiche per milioni di famiglie.

Polio. Come riporta un articolo su Science, il 24 marzo la Global Polio Eradication Initiative (GAVI), un'organizzazione internazionale che favorisce l'accesso ai vaccini nei Paesi più poveri del mondo, ha raccomandato lo stop alle campagne di vaccinazione per la polio fino alla seconda metà dell'anno. Due giorni dopo lo Strategic Advisory Group of Experts (SAGE) on Immunization dell'Organizzazione mondiale della sanità ha auspicato che tutte le campagne di vaccinazioni di massa che prevengono altre infezioni vengano posposte: sarebbe impossibile mantenere il distanziamento sociale in questi contesti, ed è troppo alto il rischio di favorire focolai di COVID-19 presso popolazioni già in precarie situazioni di salute.

Le vittime indirette di COVID-19. Gli effetti di queste sofferte decisioni si vedranno a lungo. Per molti bambini, queste forme di immunizzazione di massa rappresentano l'unica possibilità di essere vaccinati, perché le strutture sanitarie locali non riescono a farsi carico di programmi vaccinali personalizzati. Dall'inizio delle sospensioni già 13,5 milioni di bambini hanno perso una vaccinazione per la polio, per il morbillo, il papillomavirus umano, la febbre gialla, il colera o la meningite. Nel caso della polio, si teme che molti bambini non più protetti dal vaccino finiranno paralizzati nelle aree in cui questa malattia non è ancora stata debellata o dove (come in Pakistan e Afghanistan) si stanno instaurando nuovi focolai. 

La minaccia del morbillo. Le campagne di vaccinazione di massa contro il morbillo sono state sospese in 23 Paesi, lasciando scoperti 78 milioni di bambini. Le conseguenze rischiano di rivelarsi tragiche. Nei Paesi più poveri l'infezione da morbillo risulta letale in una percentuale di casi compresa tra il 3% e il 6% (un tasso di letalità paragonabile a quello riscontrato per la COVID-19). I bambini malnutriti sono particolarmente a rischio: nel 2018, 10 milioni di persone hanno contratto il morbillo, e 140 mila sono morte.

Prepararsi per il "dopo". L'OMS e altre organizzazioni sanitarie sottolineano l'importanza di insistere con le vaccinazioni individuali nelle strutture sanitarie; ma in molti Paesi mancano i dispositivi di protezione anti-COVID, il personale sanitario è stato ingaggiato per contenere il coronavirus e i genitori hanno paura di portare i figli in ospedale.

Inoltre, con i confini chiusi e i voli a terra, le scorte di vaccini iniziano a scarseggiare.

La speranza è di recuperare terreno perduto quando l'emergenza COVID-19 si sarà attenuata. Magari seguendo l'esempio virtuoso di quanto è stato fatto in Africa occidentale dopo l'epidemia di Ebola del 2014-2015: a fine emergenza furono intensificati gli sforzi per rafforzare le vaccinazioni di routine, arrivando addirittura a superare la copertura auspicata. In quel caso però, l'epidemia interessava tre Stati soltanto, e non il mondo intero.

12 aprile 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us