Cosa succede se si trattiene una puzzetta?

Una puzzetta di solito è sinonimo di buon funzionamento dell'intestino. Trattenerla è segno di buona educazione ma, occhio, è rischioso per la salute!

cosa-succede-se-si-trattiene-una-puzzetta-
| Shutterstock

Trattenere una puzzetta più o meno rumorosa e maleodorante, di quelle che capitano, spesso con poco preavviso, è ovviamente un'abitudine di buona educazione. Eppure non tutti sanno che farlo frequentemente può anche comportare dei rischi per la salute. La flatulenza, infatti, è una miscela di gas che si forma a livello gastrointestinale per l'aria ingerita e per i gas generati dalla fermentazione dei cibi da parte di batteri simbiotici e lieviti nel tratto gastrointestinale. Viene quindi espulsa sotto pressione, insieme a particelle di feci aerosolizzate.

 

Così l'intestino funziona. Nonostante siano generalmente associate al loro rumore particolare e al cattivo odore, le puzze rappresentano un segnale del corretto funzionamento dell'intestino, poiché permettono alla pancia di sgonfiarsi, specialmente dopo un pasto pesante.

 

Focus D&R 63 è in edicola!
Il nuovo Focus Domande&Risposte n.63 è in edicola! | Focus

SPASMI nell'addome. In queste situazioni, infatti, l'organismo blocca i liquidi in eccesso, come l'acqua, causando una produzione eccedente di gas da parte dell'intestino; questi andrebbero subito espulsi per sgonfiare e rilassare lo stomaco.

 

Bloccare spesso le flatulenze lasciando accumulare i gas può quindi alterare il funzionamento dell'intestino, provocando anche dolorosi spasmi nell'addome a causa delle sacche d'aria nel tratto intestinale. Inoltre, per chi espelle tanto gas per problemi di salute, trattenere le puzze rischierebbe di causare una distensione patologica dell'intestino o anche forme di stipsi.

 

Questo articolo di Roberto Mammì è tratto da Focus D&R 61. Il nuovo Focus Domande&Risposte 63 è in edicola!

 

 

17 gennaio 2020 | Fabrizia Sacchetti