Salute

Che cosa sono gli otoliti e cosa c'entrano con le vertigini

Gli otoliti sono i nostri sensori di equilibrio e movimento. Quando accade che finiscano fuori posto, causano una condizione di vertigine.

Gli otoliti sono piccoli aggregati di ossalato e carbonato di calcio, immersi in una sostanza "gelatinosa" che si trova nell'orecchio interno dell'uomo. Agiscono come "sensori" di movimento ed equilibrio. Quando cambiamo posizione o iniziamo un movimento, queste formazioni, più dense della loro stessa matrice, esercitano una forza d'inerzia sulla membrana otolitica, attivando le cellule sensori che comunicano al cervello le variazioni nello spazio.

È questo "sistema" che ci fa provare le sensazioni statiche e di equilibrio durante gli spostamenti in verticale (per esempio in ascensore) e avanti-indietro (quando camminiamo o siamo in treno o in auto).

Otiliti: come vengono le vertigini?

Talvolta accade che gli otoliti – per motivi non ancora chiari – finiscano per spostarsi dall'endolinfa verso i canali semicircolari, causando una condizione chiamata vertigine parossistica posizionale benigna, che può prendere il nome di cupololitiasi, se gli otoliti si posizionano nella cupola, o canalolitiasi, se sono liberi nell'endolinfa.

Anche in pesci e fossili. Oltre che nell'orecchio umano, gli otoliti si trovano anche nei pesci, dove contribuiscono alla funzione di orientamento grazie alle cellule sensoriali. Nei pesci, la crescita degli otoliti rivela età e dimensioni, mostrando un accrescimento periodico simile agli anelli degli alberi.

Nella paleontologia, infine, gli otoliti hanno un ruolo cruciale: la loro forma specifica consente di dedurre, attraverso le specie di pesci fossili ritrovati, il contesto ambientale marino e la fauna presente in un passato sommerso dalle acque marine.

28 dicembre 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us