Salute

Cosa c'è nel sangue degli etiopi?

Una misteriosa proprietà permette a questi abitatori degli altipiani di vivere con un'emoglobina "normale".

Cosa c'è nel sangue degli etiopi?
Una misteriosa proprietà permette a questi abitatori degli altipiani di vivere con un'emoglobina "normale".

Gli etiopi, famosi corridoni, hanno nel sangue qualche misteriosi proprietà che permette loro di estrarre dall'aria più ossigeno.
Gli etiopi, famosi corridoni, hanno nel sangue qualche misteriosi proprietà che permette loro di estrarre dall'aria più ossigeno.

È la domanda che si stanno ponendo alcuni ricercatori che studiano le caratteristiche fisiologiche degli etiopi. Famosi come atleti dalla straordinaria resistenza, gli etiopi (come altri popoli che vivono in altitudine) devono essere dotati di un sistema per meglio sfruttare lo scarso ossigeno prensente alle altitudini più elevate. Oltre i 3 mila metri infatti l'organismo dell'uomo, se non ha particolari caratteristiche genetiche, va incontro a una serie di profonde modificazioni fisiologiche: il sangue, per contrastare la diminuzione dell'ossigeno, produce una più
elevata quantità di globuli rossi, ma in questo modo diventa più viscoso.
Come fanno a respirare? Le popolazioni che vivono permanentemente in altitudine hanno sviluppato vari adattamenti per superare il problema. Gli abitanti delle Ande per esempio hanno una maggior proporzione di globuli rossi e di emoglobina nel sangue. I tibetani invece si sono adattati pur mantenendo la stessa quantità di emoglobina (e quindi la stessa percentuale di ossigeno) delle popolazioni del livello del mare, cambiando il ritmo di respirazione. Gli etiopi invece hanno sorpreso i ricercatori dell'università Case Western di Cleveland, perché pur mantenendo livelli di emoglobina assolutamente "normali", hanno una percentuale di ossigeno nel sangue alta quasi come gli andini.
Il meccanismo fisiologico non è ancora stato chiarito. In futuro però si potranno trasferire le conoscenze acquisite in questo campo ai malati di alcune patologie respiratorie che sono caratterizzate da una bassa saturazione di ossigeno nel sangue.

(Notizia aggiornata al 17 dicembre 2002)

16 dicembre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us