Salute

Il coronavirus SARS-CoV-2 non sta cambiando: ecco perché è un bene

Il genoma del coronavirus SARS-CoV-2, che causa la CoViD-19, è (quasi) immutato: buona notizia per lo sviluppo di un vaccino, ma è presto per cantare vittoria.

Il SARS-CoV-2, il coronavirus che causa la CoViD-19, non sta mutando significativamente: lo confermano gli studi effettuati sul genoma del virus estratto da pazienti infetti di vari luoghi del mondo. Questa è una buona notizia: significa che il vaccino, quando sarà pronto, potrebbe essere efficace per diversi anni. Normalmente ci si aspetta che i virus mutino nel tempo, poiché si replicano in modo imperfetto nelle cellule dell'ospite: tuttavia, sembra che SARS-CoV-2 abbia subìto un mutamento genetico minimo dallo scoppio dell'epidemia.

Genoma (quasi) invariato. In Italia, due team di ricercatori hanno analizzato in modo indipendente dei campioni di nuovo coronavirus, riscontrando una mutazione genetica quasi nulla rispetto al genoma del virus sequenziato in Cina. «I nostri dati iniziali mostrano un RNA stabile, con sole cinque varianti», conferma Stefano Menzo, capo del reparto di virologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Ancona. Anche un gruppo di esperti statunitensi conferma di aver trovato un virus sostanzialmente invariato rispetto all'originale cinese: «Abbiamo riscontrato tra quattro e dieci differenze genetiche tra il ceppo statunitense e quello di Wuhan», afferma Peter Thielen, genetista molecolare all'Applied Physics Laboratory della John Hopkins University. «Questo significa che forse basterà sviluppare un solo vaccino per difendersi dal SARS-CoV-2, e non uno ogni anno che si adatti ai cambiamenti del virus, come accade nel caso dell'influenza stagionale».

Cautela. Nulla è ancora certo: i genomi virali sono dinamici, e il virus potrebbe ancora mutare. Da un lato c'è chi si mostra comunque ottimista, come Nathan Grubaugh della Yale School of Public Health, secondo il quale «il mutamento è una parte naturale del ciclo vitale del virus, e non dovremmo preoccuparcene»; dall'altro, all'interno della comunità scientifica c'è chi ricorda i risultati di uno studio preliminare pubblicato all'inizio di marzo, che parlava dell'esistenza di un secondo ceppo di SARS-CoV-2, causa di un maggior numero di casi gravi. Tuttavia, «finora non ci sono prove che colleghino un ceppo specifico all'aumento di casi gravi», spiega Thielen. «È più probabile che la gravità della malattia sia dovuta ad altri fattori».

5 aprile 2020 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us