Salute

Con il caldo parola d'ordine idratarsi, acqua mai gelida e vegetali multicolor

I consigli dell'esperto contro il rischio disidratazione, no alcolici e occhio a caffè, tè e bevande dolci

Milano, 18 lug. (AdnKronos Salute) - Spossatezza, mal di testa, crampi muscolari e senso di vertigine, fino ad arrivare nei casi più gravi a perdita di conoscenza e collasso circolatorio. Questi i rischi della disidratazione, uno dei principali effetti collaterali del caldo per la salute. Per scongiurare i sintomi la parola d'ordine è bere molta acqua, resistendo alla tentazione di assumerla ghiacciata. Caffè e tè sono invece da limitare, mentre vanno evitate le bevande alcoliche. Un'altra buona regola è attingere a piene mani dall''arcobaleno vegetale', mettendo nel piatto almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura di colori diversi.

A ricordare il ruolo chiave dell'acqua per affrontare i mesi estivi è Umberto Solimene dell'università degli Studi di Milano, membro dell'Osservatorio Sanpellegrino e presidente della Femtec (Federazione mondiale del termalismo). In spiaggia, in viaggio o in città, avverte l'esperto, con il caldo è comunque importante ricordarsi di bere tenendo sempre la bottiglia a portata di mano. Basta infatti un innalzamento della temperatura di soli 2 gradi, o condizioni ambientali di scarsa ventilazione e tasso di umidità elevato, per determinare un'importante perdita di liquidi che vanno reintegrati bevendo costantemente nell'arco dell'intera giornata.

Occhio invece ad alcolici, caffè e tè: "Agiscono come diuretici e favoriscono la disidratazione - spiega Solimene - Non bisogna esagerare poi con le bevande zuccherine che dissetano solo in un primo momento, ma dopo pochissimi minuti fanno aumentare la sete e la voglia di zuccheri. Infatti zucchero chiama zucchero e le bibite non fanno eccezione. Il risultato di questo circolo vizioso è un'idratazione scorretta".

Attenzione però alla temperatura dell'acqua. "Meglio non berla troppo fredda - raccomanda l'esperto - perché potrebbe provocare disturbi anche gravi come la congestione. Un'alterazione repentina della temperatura dellìorganismo, causata dall'acqua fredda ingerita, potrebbe portare infatti a uno squilibrio nella circolazione, con conseguente scarso afflusso al cervello e blocco della digestione".

Quanto alla dieta, "è fondamentale mangiare ogni giorno almeno 5 porzioni di frutta e verdura, meglio se di colori diversi". Ma un'alimentazione corretta non può sostituire il bicchiere: "Frutta e verdura fresca forniscono una ricca miscela di micronutrienti e fibre. Hanno un elevato contenuto di acqua, ma anche mangiandone in abbondanza se ne assume solo fino a un litro al giorno e questo non elimina la necessità di bere - precisa Solimene - Bisogna infatti introdurne circa 2 litri quotidianamente". Un'attenzione particolare va rivolta a bambini e anziani, i più esposti ai rischi della disidratazione.

18 luglio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 29,90€
Follow us