Salute

Come si diventa vegetariani

Le preferenze per i cibi sono un fatto culturale o forse è scritto neinostri geni che amiamo la carne e non sopportiamo, per esempio, le verdure?

Come impariamo a dire “non mi piace”
Le preferenze per i cibi sono un fatto culturale o forse è scritto nei nostri geni che amiamo la carne e non sopportiamo, ad esempio, le verdure? Secondo una ricerca il gusto per i cibi "proteici"' è un'eredità biologica mentre la preferenza per verdure, frutta e dolci sarebbe un fatto puramente culturale e ambientale.

La pubblicità dell'associazione animalista
americana Peta invita a diventare
vegetariani: la "passione" per la carne sarebbe
"ereditaria".

Le preferenze per i cibi sono un fatto culturale o forse la nostra passione per la pasta e il nostro disprezzo, ad esempio, per le verdure sono scritti nei geni? A chiederselo è stato un gruppo di ricercatori inglesi che ha preso in esame le preferenze alimentari di un ampio gruppo di gemelli omozigoti ed eterozigoti. Contrariamente alle aspettative, lo studio ha dimostrato la predominanza dell’influenza culturale solo per alcuni tipi di cibi.

Preferenze familiari
“Cavie” della ricerca sono state 200 coppie di gemelli dello stesso sesso, metà dei quali identici tra loro. Dal momento che soltanto questi ultimi – i cosiddetti omozigoti – hanno lo stesso patrimonio genetico, è stato possibile mettere in luce le differenze tra eredità biologica e influenza ambientale all’interno dello stesso nucleo familiare. Il risultato, quanto mai sorprendente, ha dimostrato che le preferenze per i cibi più proteici come la carne e il pesce è di tipo ereditario, mentre quelle per la verdura e i dolci è un fatto culturale e ambientale. Una questione di abitudine, insomma, che nasce in famiglia dalle imposizioni, dirette o indirette, dei genitori.

Influenze determinanti
Jane Wardle, la ricercatrice che ha coordinato lo studio, ammette che non è ancora chiaro perché l’influenza ambientale abbia un ruolo determinante solo per la frutta, la verdura e i dolci. Forse è la maggiore varietà di questi cibi ad aver permesso una predominanza dell’aspetto culturale su quello biologico. Quel che è certo è che l’influenza dei genitori è centrale nel creare abitudini alimentari che inevitabilmente ci accompagnano per tutta la vita. Uno studio interessante, questo, perché potrebbe aiutare a scoprire molti meccanismi legati ai disturbi alimentari come l’obesità infantile.

(Notizia aggiornata al 19 giugno 2006)

19 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us