Salute

Come si diffonde la variante indiana nel Regno Unito

Quasi il 40% dei nuovi casi di covid nel Regno Unito dipende dalla variante indiana del virus. Alcune ipotesi per spiegare la sua vasta circolazione.

Come si diffonde la variante indiana (B.1.617.2, o Delta, secondo la nuova denominazione introdotta dall'OMS) di coronavirus, nei Paesi che stanno seriamente tracciando i casi ad essa riconducibili? Nel Regno Unito, dove questa versione di SARS-CoV-2 è destinata a diventare prevalente, al 27 maggio 2021 la variante indiana era rintracciabile nel 38,5% dei campioni virali positivi.

In totale, a quella data, erano stati confermati 6.959 casi di covid dovuti a variante indiana, rispetto ai 3.424 della settimana precedente. Un deciso aumento di contagi, quindi, a fronte però di un numero totale di nuovi casi giornalieri, inclusi quelli non legati alla variante indiana, comunque basso (3.542 nuovi casi il 27 maggio) e fortunatamente non associato a un altrettanto netto aumento dei ricoveri ospedalieri.

Diffusione veloce. Queste informazioni rilasciate da Public Health England sono in linea con la sintesi della più approfondita analisi dei dati generati dal programma di sorveglianza genomica SARS-CoV-2 del Wellcome Sanger Institute (Regno Unito), nell'ambito del COVID-19 Genomics UK Consortium. In questo lavoro disponibile online e in attesa di pubblicazione, gli scienziati dell'European Molecular Biology Laboratory (EMBL) hanno monitorato la diffusione di 62 varianti (linee) del virus SARS-CoV-2 in Inghilterra tra settembre 2020 e maggio 2021.

Dalle loro analisi emerge che la variante indiana, individuata per la prima volta nella settimana del 3 aprile 2021, si è diffusa in più di 200 regioni (o autorità locali, ossia regioni amministrative con circa 100.000-200.000 abitanti) nella sola Inghilterra, ed è stata trovata in più del 40% dei genomi virali durante la settimana dal 9 al 15 maggio 2021. Dai dati a disposizione si direbbe che il tasso di crescita della variante indiana è del 35% superiore a quello della variante inglese (B.1.1.7), con i più alti tassi di diffusione osservati nel nord-ovest del Paese. Una crescita così rapida non era mai stata osservata per nessun'altra variante, finora.

Che cosa alimenta questa corsa? Per pronunciarsi sui motivi di questa rapida diffusione occorrono ulteriori studi, ma tra i meccanismi responsabili potrebbero esserci una biologia virale favorevole (maggiore trasmissibilità o capacità di eludere il sistema immunitario), più introduzioni ripetute o ancora fattori epidemiologici, non ultime le misure di mitigazione diverse dai vaccini, nelle comunità in cui la variante si è introdotta.

La crescita della variante indiana B.1.617.2 è anche molto maggiore rispetto a quella della variante sorella B.1.617.1 (un sottolignaggio di variante indiana), che probabilmente ha avuto tassi simili di introduzione e fattori demografici simili.

Strategie vaccinali e tracciamento: la decisione di posticipare le seconde dosi del vaccino può aver favorito l'ascesa della variante indiana?

«La maggior parte delle infezioni si sta verificando in persone non vaccinate», spiega a Focus.it Ewan Birney, vicedirettore dell'EMBL e direttore della sua sede inglese (EMBL-EBI). «È troppo difficile sapere in che modo i dettagli del dosaggio vaccinale possano aver cambiato le cose ma è chiaro che un più alto livello di vaccinazione - ossia entrambe le dosi - è un bene».

Assisteremo a una simile diffusione anche in Europa? Se sì, quando ce ne accorgeremo?

«Ci sono molte variabili complesse negli interventi non farmaceutici (strategie di mitigazione comunitarie per ridurre i contagi) e nelle situazioni vaccinali in Europa, e anche diversi livelli di test e sequenziamento genomico, quindi è difficile rispondere. Vale la pena notare che il Regno Unito ha ora un basso numero di casi e un'alta capacità di tracciamento. Non abbiamo una conoscenza precisa dei primi eventi di diffusione di varianti in Europa perché il sequenziamento non era altrettanto avanzato in ogni Paese: ora è molto completo nel Regno Unito e in Danimarca, e altrove sta migliorando. Ma abbiamo bisogno di lavorare insieme, anche con uno strumento chiave come il COVID19 data portal, un progetto congiunto tra EMBL, Unione Europea e altre istituzioni d'Europa, che al momento è la panoramica più completa del virus e della sua evoluzione».

5 giugno 2021 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us