Salute

Come la gravidanza cambia il cervello

Uno studio ha mostrato per la prima volta che diventare madri provoca modifiche nella materia grigia evidenti per almeno due anni.

Con la gravidanza e l'arrivo di un bambino ... cambia il corpo di una mamma, ma si rivoluziona anche il cervello. Può non essere una sorpresa per le donne che ci sono passate, ma per la prima volta i ricercatori, in uno studio unico nel suo genere, hanno osservato e misurato variazioni fisiche nella materia grigia delle neomamme. Tanto notevoli che un computer è stato in grado di riconoscere, dalla sola immagine del cervello, se una donna fosse stata o no incinta.

Prima e dopo il pancione. Per capire se e quali differenze fisiche la gravidanza provocasse nel cervello, un gruppo di ricercatori dell’Università di Leiden in Olanda e dell’Università autonoma di Barcellona è partito con l'esaminare con la risonanza magnetica funzionale il cervello di 25 donne in tre momenti precisi: subito prima che rimanessero incinte; e poi dopo che avevano partorito, a distanza di poche settimane e poi di alcuni mesi. Hanno fatto lo stesso esame, per controllo, anche a 19 uomini che diventavano padri per la prima volta, e a 17 uomini e 20 donne senza figli. Poi hanno analizzato con diversi software specializzati le variazioni di volume nella materia grigia in tutti i partecipanti allo studio.

Diminuzioni di materia. Risultato: mentre in uomini e donne senza figli e nei neopapà non sono stati osservati cambiamenti particolari, nel caso delle neomamme il cervello aveva subito variazioni notevoli tra il prima e il dopo la gravidanza: dopo la nascita dei bambini nel cervello delle donne c'è stata una diminuzione di volume della materia grigia.

Le aree più “colpite” dai cambiamenti sono state quelle coinvolte in compiti sociali come il riconoscimento delle intenzioni e dei desideri degli altri. Alla risonanza magnetica, queste zone si sono dimostrate particolarmente attive nel momento in cui le mamme guardavano immagini del loro figlio, mentre si attivavano poco quando le donne vedevano immagini di altri bambini. Alcune variazioni sono state osservate anche nell’ippocampo, una regione cruciale per la la memoria.

A distanza di due anni, le modifiche nelle aree sociali erano ancora tutte presenti, mentre quelle nella parte legata alla memoria erano sparite, e il volume dell'ippocampo era tornato come prima della gravidanza.

Maternità specializzata. Si potrebbe fare della facile ironia, dicendo che le mamme perdono il cervello. In realtà, anche se il significato di questi cambiamenti non è del tutto chiaro, sembrano indicare secondo i ricercatori proprio una specializzazione del cervello in preparazione per i compiti della maternità. La perdita di materia grigia in queste aree, simile a quella che avviene anche nel cervello degli adolescenti, potrebbe essere un modo per affinare le reti neurali specializzate nel riconoscimento dei bisogni del bambino.

Chissà se a spesa di quelli di altri.

21 dicembre 2016 Chiara Palmerini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us