Salute

Cocaina e cervello: all'origine della dipendenza

Mappato il circuito cerebrale coinvolto durante la sua assunzione: lo studio di questa rete di attivazioni potrebbe servire a capire le cause neurologiche di abuso e astinenza.

Il picco di energia e iperattività che sperimenta chi ha appena fatto uso di cocaina ha una precisa corrispondenza neurologica: un gruppo di ricercatori ha tracciato, per la prima volta, le varie "tappe" del circuito cerebrale che porta all'attivazione - in chi assume cocaina - dei neuroni che producono dopamina, un neurotrasmettitore coinvolto nei meccanismi del piacere e della dipendenza.

Più sensibili. Nell'articolo pubblicato su Cell Reports, i ricercatori dell'Università di Bordeaux (Francia) spiegano che la stimolazione, nei topi, di una parte dell'ippocampo chiamata subiculum ventrale, un'area del cervello già associata alla dipendenza indotta da droghe, manda in uno stato di iperattivazione i neuroni dell'area tegmentale ventrale, implicata nel sistema della ricompensa del cervello. Questo stato di eccitabilità aumenta, per cinque giorni, la sensibilità del cervello e la risposta comportamentale a dosi sempre più basse di cocaina, quantità che normalmente non darebbero effetti così evidenti.

«Attraverso la stimolazione sinaptica (una tecnica di stimolazione elettrica delle connessioni tra neuroni che riproduce, nel cervello, gli stessi effetti di una massiccia dose di cocaina) siamo riusciti a modificare la plasticità dei neuroni dopaminergici» spiega Francois Georges, tra gli autori. «Con questa stimolazione abbiamo portato il cervello ad una fase in cui è più sensibile a basse dosi di cocaina. Come se l'avessimo preparato a divenire più recettivo alla droga».

A lungo termine. Si spiegherebbe così perché a una prima dose, "tanto per provare" ne seguano spesso, inesorabilmente, altre. Nel lungo periodo, l'ipotesi è che il consumo di cocaina e, con esso, la costante attivazione dei neuroni che producono dopamina, generi un processo di desensibilizzazione agli effetti della cocaina. E quindi la necessità di consumarne in dosi maggiori. Il circuito mappato dai ricercatori francesi coinvolge, oltretutto, anche una porzione dell'amigdala (una regione cerebrale coinvolta nei processi di apprendimento e nella motivazione).

Terapia. Serviranno ulteriori studi per capire come sfruttare questo network di attivazioni in fase terapeutica: «Abbiamo trovato un meccanismo che rende la cocaina più potente - conclude Georges - ora l'idea è di manipolarlo per vedere se riusciamo, invece, a ridurne gli effetti»

1 dicembre 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us