Salute

Chi dorme troppo, e chi troppo poco

C’è chi crolla dal sonno ad ogni ora e chi invece non può dormire. E studiando i primi, i ricercatori forse hanno capito come curare questi ultimi.
Uno studio su pazienti che soffrono di narcolessia (una rara malattia che porta ad addormentarsi di continuo) ha portato alla luce un rimedio chimico che potrebbe curare l’insonnia cronica.
Si tratta di un nuovo approccio che mira a inibire l’azione delle orexine, le proteine che ci tengono svegli e che, se difettose, possono portare a disturbi del sonno o all'obesità. Chi soffre di narcolessia ha livelli molto bassi di orexine nel sangue, cosa che lo porta ad avere sempre sonno e ad addormentarsi di colpo nel bel mezzo della giornata, magari sul lavoro o alla guida. Il nuovo farmaco regola l’azione delle orexine, abbassando lo stato di allerta e accorciando il tempo necessario ad addormentarsi.
Questa potrebbe essere una risposta adeguata per chi invece soffre di insonnia cronica – circa un decimo della popolazione nei soli Stati Uniti – e che oggi spesso deve assumere farmaci dagli spiacevoli effetti collaterali, come perdite di memoria o di equilibrio.

30 gennaio 2007
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us