Salute

Che cosa si può trovare nella cacca dei neonati?

Tracce di microplastica sono state trovate anche nel meconio, cioè le prime feci dei neonati. Non soltanto, quindi, in quelle di bimbi piccoli e adulti.

La Terra è invasa dalla plastica. E anche il nostro organismo lo è: beviamo, respiriamo e mangiamo plastica, perché è nelle bevande, nel cibo e perfino nell'aria. La plastica, che è indistruttibile, si trasforma in particelle minuscole: le microplastiche, cioè microparticelle di materiale sintetico di dimensioni inferiori a 5 millimetri, e le nanoplastiche che vanno da 1 a 1.000 nanometri (milionesimi di millimetro). Infatti, gli studi che hanno cercato microplastiche all'interno del nostro corpo le hanno sempre trovate. Come lo studio pilota effettuato dalla New York State University che le ha trovate anche nel meconio, cioè le prime feci dei neonati.

Cacca di plastica. Nella ricerca statunitense sono stati studiati il meconio di tre neonati, e le feci di sei neonati e 10 adulti. In tutti i campioni di feci è stata notata la presenza di polietilene tereftalato (PET) e policarbonato (PC), due delle plastiche più diffuse, impiegate per esempio nei contenitori di bevande e alimenti, con una concentrazione molto più elevata nelle pupù dei neonati. I risultati hanno confermato quelli di uno studio europeo precedente, pubblicato su Pharmaceutics, che aveva trovato 10 tipi diversi di microplastiche nel meconio di due bambini nati con parto cesareo e nelle placente delle madri. E uno altro studio condotto su topoline gravide ha evidenziato anche che le microplastiche inalate, una volta raggiunto il sangue, possono arrivare alla placenta e passare nel feto.

Poiché le microplastiche possono ulteriormente frammentarsi fino a riuscire a entrare nelle cellule, causando infiammazioni anche gravi, sarà importante riuscire a determinare meglio le origini di questa contaminazione. E quanto possa incidere sulla salute dell'organismo già dalla nascita. 

Trovi tante altre Domande&Risposte su Focus in edicola. Perché non ti abboni?

30 novembre 2022 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us