Che cosa non si deve scaldare nel microonde?

corbis-42-24519279
Meglio passare alla cottura tradizionale? - Foto: © John P. Midgley/Corbis

Nel forno a microonde la cottura è principalmente dovuta all’effetto riscaldante delle microonde. Il campo elettromagnetico è capace di amplificare l’oscillazione nelle molecole che possiedono polarizzazione, quindi acqua, ma anche lipidi, proteine e zuccheri. Il principale vantaggio di questo forno è la velocità di cottura, a condizione che i pezzi di cibo non siano più grossi di 3-4 centimetri. Gli alimenti rivestiti di pelle, buccia o guscio (uova, pomodori, salsicce, patate...) potrebbero scoppiare o esplodere durante la cottura o al momento di estrarli dal forno. Prima di cucinarli nel microonde vanno perciò pelati o bucherellati. È importante aprire anche i contenitori sigillati o sottovuoto per lo stesso motivo.
(Come cuociono i forni a microonde? - Perché il metallo provoca scintille nel forno a microonde?)

Che frittata!
Le uova vanno cotte in modo tradizionale. Ne sa qualcosa l’inventore del microonde Percy Spencer, impiegato della Raytheon dove realizzava magnetron per apparati radar negli anni Quaranta: il primo cibo che ha provato a cuocere sono stati i pop corn, poi è passato all’uovo... che è esploso in faccia a uno degli sperimentatori.
(Guarda la gallery con le uova più bizzarre - Sul piatto nel 2050: cavallette, alghe e hamburger artificiali)



In collaborazione con Focus D&R
Scopri come abbonarti

12 Luglio 2012

Codice Sconto