È vero che le creme solari sono un'eredità della guerra?

La prima crema protettiva non serviva alle donne in spiaggia, ma agli aviatori nel Pacifico.

crema-protectie-solara

Che cosa c’entra la crema solare con la guerra? L'ipotesi più accreditata è che la prima crema solare protettiva sia stata concepita nel corso della Seconda guerra mondiale dal farmacista Benjamin Green, un aviatore, con lo scopo di proteggere i soldati statunitensi di stanza nel Pacifico meridionale. Green ebbe poi l'intuizione di migliorare quel primo filtro abbronzante e protettivo per "uso militare" e proporlo al nascente turismo balneare di massa per un'abbronzatura senza i rischi delle scottature: mise a punto una lozione dal profumo di gelsomino, capace di far diventare la pelle del colore del rame.

 


Pubblicità
Fu così che nel 1944 venne commercializzata la prima crema solare Coppertone (testualmente "tono di rame"). Il brand conquistò notorietà mondiale negli anni Cinquanta grazie a una celebre campagna pubblicitaria con protagonista una bambina bionda con i codini e un cocker spaniel nero che le morde il costume, evidenziando il sederino pallido.

Ti può interessare:
L'abbronzatura? Dà dipendenza come una droga
Gli effetti dell'eccessiva esposizione al sole
Le carote viola fanno abbronzare?

11 Luglio 2014