Salute

L'influenza corre su Google

Un algoritmo messo a punto dagli esperti di Google interpreta le ricerche degli utenti sui malanni di stagione e realizza una mappa aggiornata in tempo reale sulla diffusione del virus dell'influenza.

Quando arriverà l'influenza? Ma soprattutto, quando se ne andrà? Beh, come per tante altre informazioni basta chiedere... a Google. Anche perché le sue risposte sono così affidabili che il Center For Diasease Control americano, l'ente del governo preposto al monitoraggio della diffusione delle malattie, da quest'anno è diventato partner dell'azienda di Mountain View.

Dimmi cosa cerchi e ti dirò come stai.

Siamo tutti un po' scienziati. Il progetto Google Flu Trends è attivo dal 2006 e ad oggi tiene sotto controllo gli spostamenti del virus dell'influenza in 25 paesi nei cinque continenti. Al momento l'Italia non è tra questi, ma possiamo monitorare l'evoluzione del virus nei paesi confinanti con il nostro. I dati forniti dagli utenti, che inconsapevolmente partecipano ad uno dei più grandi progetti al mondo di scienza distribuita, si stanno rivelando particolarmente utili proprio in queste settimane al sistema ospedaliero americano, che sta affrontando una delle peggiori epidemie influenzali degli ultimi anni.
Come si vede dalla mappa, chi sta programmando un viaggio negli States farà bene ad armarsi di antipiretici e fazzoletti di carta visto che il paese sembra stretto per intero nella morsa del virus. Meno grave è invece la situazione nell'Europa Mediterranea e nei paesi a sud dell'Equatore, dove adesso è piena estate.

Ti potrebbero interessare:

Quando i virus diventano arte

Lo sport contro il virus

23 gennaio 2013 Franco Severo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us