Salute

Capelli bianchi e salute del cuore: c'è un legame

Negli uomini, i capelli grigi possono essere un indicatore di problemi coronarici prima che si manifestino, perché l'effetto "sale e pepe" è legato, così come le malattie cardiache, all'invecchiamento biologico.

Dietro al fascino del brizzolato potrebbe nascondersi un'insidia per il cuore: gli uomini che "imbiancano" precocemente sarebbero più a rischio di patologie coronariche.

Secondo uno studio dell'università del Cairo (Egitto), negli individui maschi i capelli bianchi sono un indicatore dell'invecchiamento biologico e pertanto, a prescindere dall'età anagrafica in cui appaioni, sono da considerarsi un campanello d'allarme per la salute cardiovascolare.

Qualcosa in comune. L'aterosclerosi (cioè l'accumulo di materiale ostruente sulle pareti delle arterie) e l'imbiancamento dei capelli sono legati a meccanismi simili, come stress ossidativo (l'eccessiva produzione di radicali liberi), infiammazione cronica, cambiamenti ormonali, alterazioni del DNA e senescenza delle cellule. Entrambi aumentano con l'età, ma i capelli grigi potrebbero essere un segnale di rischio indipendente e immediatamente visibile, di cui tenere conto.

Le osservazioni. I ricercatori hanno valutato la presenza di eventuali patologie coronariche in 545 uomini adulti, che hanno anche classificato in 5 gruppi in base alla quantità di capelli bianchi (capelli totalmente scuri; più scuri che bianchi; scuri e bianchi in ugual numero; più bianchi che scuri; totalmente bianchi). Sono poi stati valutati per ciascuno gli altri fattori di rischio, come ipertensione, diabete, abitudine al fumo, concentrazione anomala di lipidi nel sangue e storie familiari di malattie cardiache.

Collegati. Un alto grado di capelli bianchi - dal terzo "stadio" (metà e metà) in poi - è risultato associato a un più alto rischio di malattie coronariche, a prescindere dall'età anagrafica e dagli altri fattori di rischio. La prevalenza di "grigi" nella chioma potrebbe quindi essere utilizzata come indicatore di rischio di malattie coronariche in pazienti ancora asintomatici.

10 aprile 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us