Salute

Cannabis e schizofrenia: il legame è ora un po' più chiaro

Le persone più vulnerabili a questa condizione psichiatrica sono anche più inclini al consumo di marijuana: l'associazione - complessa e ancora da chiarire - è emersa da un ampio studio genetico.

Alcuni dei geni associati al consumo regolare di cannabis sono anche legati a una maggiore vulnerabilità alla schizofrenia e ad altre condizioni psichiatriche: è quanto emerge da uno studio pubblicato su Nature Neuroscience, il più ampio lavoro genetica finora incentrato sull'uso di marijuana. L'associazione tra il consumo di cannabis e una più alta predisposizione alla schizofrenia era già emersa in diversi studi, ma la relazione tra uso di droghe e malattie psichiatriche è sempre complessa, e lo studio non fa che aggiungere un tassello a un puzzle ancora confuso.

Quale relazione? Lo studio sembra suggerire che chi è geneticamente più vicino a sviluppare schizofrenia sia anche più incline al consumo di cannabis, ma non si può escludere la possibilità di una relazione di senso opposto e di tipo causale, ossia che il consumo regolare di marijuana possa slatentizzare in chi è predisposto la manifestazione di condizioni psichiatriche.

Il contributo dei geni. I ricercatori della Radboud University (Olanda) hanno studiato i dati su 180 mila persone contenuti in diversi database genetici (come la UK Biobank) e studi collettivi, fino a identificare 35 varianti genetiche associate al consumo regolare di cannabis. La più evidente associazione si è vista con il gene CADM2, già noto per essere legato alla tendenza a comportamenti a rischio e al consumo di alcol.

Oltre a questi elementi, la ricerca condotta su oltre un milione di varianti genetiche ha trovato 8 singole alterazioni nelle sequenze dei mattoncini di base che compongono il DNA (i nucleotidi) associate al consumo di cannabis continuativo. Prese tutte assieme, le variazioni trovate danno ragione dell'11% della differenza nella predisposizione a fumare marijuana.

Rapporto complicato. Lo studio ha evidenziato sovrapposizioni geniche tra il consumo di cannabis e: l'assunzione di alcol e tabacco, tendenza a comportamenti a rischio, personalità estroversa e rischio di schizofrenia. Quest'ultima associazione era emersa anche in uno studio del 2014, ma questa volta il campione da cui è stato estratto il dato è molto più ampio.

Una relazione di tipo causale è stata trovata tra la schizofrenia e l'aumentato consumo di cannabis: forse, ipotizzano i ricercatori, nelle prime fasi della malattia la marijuana viene utilizzata come forma di automedicazione, ma anche in questo caso, si tratta per ora soltanto di un'ipotesi.

2 settembre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Albert Einstein amava la vita, la fisica e odiava le regole. Osteggiato in patria e osannato nel mondo, vinse molte battaglie personali e scientifiche. A cento anni dal Nobel, il ritratto del più
grande genio del Novecento che ha rivoluzionato le leggi del tempo e dello spazio. E ancora: la storia di Beppe Fenoglio, tra scrittura e Resistenza; l'impresa di Champollion, che 200 anni fa decodificò la stele di Rosetta e svelò i segreti degli antichi Egizi; contro il dolore, la fatica, la noia: le droghe naturali più usate nel corso dei secoli.

ABBONATI A 29,90€

Il sonno è indispensabile per rigenerare corpo e mente. Ma perché le nostre notti sono sempre più disturbate? E a che cosa servono i sogni? La scienza risponde. E ancora: pregi e difetti della carne, alimento la cui produzione ha un grande impatto sul Pianeta; l'inquinamento e le controindicazioni dell’energia alternativa per gli aerei; perché ballare fa bene (anche) al cervello. 

ABBONATI A 31,90€
Follow us