Salute

La caffeina antitumorale?

Studi recenti sembrano spiegare il suo ruolo nell'espulsione delle cellule della pelle danneggiate dall'esposizione ai raggi UV, prima che possano evolvere in tumore.

La caffeina dà un contributo importante nella protezione dai raggi UV e nella prevenzione di alcuni tumori, in particolare quelli della pelle. Le proprietà antitumorali di questa "droga" (è una sostanza psicoattiva) naturale, presente per esempio nelle piante di tè e cacao - oltre che in quelle del caffè, sono già state ampiamente confermate da diversi studi su campioni di popolazione importanti (come questo del 2007, negli Usa, su 94.000 donne) e con protocolli molto severi.

Non è invece del tutto chiaro quali siano i meccanismi biologici coinvolti. Una delle ipotesi che si fanno i ricercatori attribuisce alla caffeina la capacità di favorire la morte (e di conseguenza l'espulsione) delle cellule danneggiate dalla radiazione solare, inibendo in parte l'azione di un enzima (chinasi serina/treonina) che invece induce alla replicazione (mitosi) le cellule anche quando il loro Dna è danneggiato (per esempio dai raggi UV, vedi), contrastando all'origine la formazione di un possibile tumore.

Uno studio recente (2011) che ha visto coinvolti istituti quali la University of Washington, il Massachusetts General Hospital e la Harvard Medical School, sembra ora confermare questa ipotesi. Lo studio è stato condotto sui ratti e necessita di molte verifiche ancora, tuttavia è considerato un punto di svolta.

«La ricerca mostra che a livello cellulare la caffeina induce un meccanismo di rinnovamento naturale, che è cosa ben differente dalla necrosi», commenta l'oncologa Joanne Kotsopoulos (University of Toronto, Canada), che non è coinvolta nella ricerca. «È biologicamente plausibile ed è importante concentrare la ricerca in questa direzione. Perché ha delle ottime implicazioni per le stretegie di prevenzione: sarebbe per esempio molto facile addizionare di caffeina qualunque crema solare.»

27 settembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us