Salute

Occhio alle borse per spesa riutilizzabili: sono un concentrato di batteri

Le preferiamo perché ci permettono di ridurre l'uso della plastica (e perché sono anche più comode). Però a lungo andare possono diventare un ricettacolo di germi e batteri.

Sempre più spesso, per fare la spesa, tendiamo a preferire le borse riutilizzabili: la nostra convinzione (legittima, tutto sommato) è che siano più ecologiche e ed economiche rispetto alle classiche borse di plastica da acquistare alla cassa (che oltretutto, finiscono spesso per rompersi ancora prima di uscire dal supermercato!). C'è un aspetto, però, sul quale dovremmo forse prestare più attenzione: la loro igiene. Le borse riutilizzabili, infatti, non sono autopulenti!

Non le puliamo mai! Alcuni ricercatori della University of Arizona e della Loma Linda University hanno intervistato un campione di clienti di generi alimentari, chiedendo se lavassero mai le loro shopping bag. Il 97% ha rivelato di farlo raramente o mai. Inoltre, tre quarti degli intervistati hanno ammesso di non utilizzare sacchetti separati per carni e verdure, e circa un terzo ha dichiarato di utilizzare le borse per generi diversi (alimenti, libri…).

Così, non sorprende che i ricercatori, testando 84 sacchetti, abbiano trovato enormi quantità di germi, fra cui batteri coliformi (dalla carne cruda) come il pericoloso E. coli, che si trovava nel 12% delle borse. Questo deriva anche dalla cattiva abitudine di collocare le shopping bag con la carne nel portabagagli dell’auto: il calore dell’abitacolo induce la proliferazione di batteri, che contaminano il tessuto delle borse. I livelli di batteri rinvenuti erano abbastanza elevati da causare seri problemi di salute.

12 agosto 2018 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us