Salute

Bollettino n.4 del 22 dicembre 2015 redatto dall’Osservatorio nell’ambito della campagna "L’influenza che verrà #previenila". L’influenza: nel Mondo, in Europa e in Italia

- Roma. L'Osservatorio della campagna "L’influenza che verrà #previenila", promossa da MOIGE – Movimento Italiano Genitori Onlus, AMIOT – Associazione Medica Italiana di Omotossicologia e SIPPS – Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, con il contributo incondizionato di GUNA S.p.a., dirama i dati sulle previsioni del virus influenzale a livello nazionale e mondiale.

I DATI

La situazione nel mondo: a livello mondiale, l'attività influenzale è generalmente rimasta a bassi livelli in entrambi gli emisferi. In alcuni paesi dell'Asia centrale e del Nord Europa, ci sono stati lievi aumenti dei rilevamenti di influenza nelle ultime settimane. In Asia orientale, Nord Africa e Nord America, l'attività influenzale è proseguita a bassi livelli, inter-stagionali. In Asia occidentale, l'Oman ha riferito di un aumento dell'attività influenzale, principalmente a causa di virus dell'influenza A (H1N1) pdm09 B, mentre il Bahrain ha registrato un calo dell'attività influenzale.Pochi rilevamenti di virus dell'influenza sono stati segnalati dai paesi dell'Africa tropicale.Nei paesi tropicali delle Americhe, America Centrale e nei Caraibi, l'attività dei virus respiratori si sono mantenuti su livelli bassi, con l'eccezione della Colombia, Costa Rica e Nicaragua.In Asia tropicale, i paesi del sud e sud-est asiatico hanno riferito bassa attività influenzale salvo la Thailandia dove è stata segnalata un'attività soprattutto per i virus B. L'Iran ha riferito un'attività influenzale elevata, l'influenza prevalentemente A (H1N1) pdm09.Nei paesi a clima temperato dell'emisfero meridionale, l'attività dei virus respiratori è stata generalmente bassa nelle ultime settimane, con bassi livelli di influenza A (H3N2) e B.I Centri di riferimento OMS (Nazional Influenza Centre - NIC) e altri laboratori nazionali per l'influenza da 79 paesi, regioni e territori hanno riportato i dati al FluNet per il periodo di tempo dal 16 novembre 2015 al 29 novembre 2015 * (dati al 2015/12/10 13:22:14 UTC ). I laboratori hanno testato oltre 52160 esemplari, 1615 sono risultati positivi per virus influenzali, di cui 1.162 (72%) sono stati identificati come dovuti a virus dell'influenza A e 453 (28%) come virus dell'influenza B. Dei virus sottotipizzati di influenza A, 408 (42,7%) sono stati di influenza A (H1N1) pdm09 e 548 (57,3%) sono stati di influenza A (H3N2). Dei virus caratterizzati come B, 182 (74,9%) appartengono al lignaggio B-Yamagata (presente in tutti i tipi di vaccino influenzale disponibili) e 61 (25,1%) al lignaggio B-Victoria.

Situazione in Europa: l'attività influenzale in tutta la Regione europea dell'OMS è ancora bassa in tutti i 42 paesi dichiaranti per la settimana 48/2015, mentre 20 paesi hanno riferito sporadica diffusione geografica. Tutti i virus dell'influenza stagionale (A (H1N1) pdm09, A (H3N2), B / Victoria e Yamagata lignaggi) sono stati rilevati sporadicamente sia dai medici sentinella che in campioni prelevati da casi clinici.

Situazione in Italia: dagli ultimi dati disponibili relativi alla 50 Settimana 2015 dal 7 al 13 dicembre 2015 si conferma che l’attività dei virus influenzali è ai livelli di base. Il livello di incidenza in Italia è pari a 1,22 casi per mille assistiti. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 74.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 477.000 casi. In tutte le Regioni l’incidenza è sotto la soglia epidemica tranne in Piemonte, nella P.A. di Trento e in Basilicata anche se questo dato non è affidabile per il basso numero di medici rispondenti e quindi ad un incertezza sul dato valutato. Sino al 16 dicembre sono stati individuati solo 11 casi positivi per influenza in Italia, (di cui 3 di virus B, 2 di tipo A/H3N2 e uno di tipo A/H1N1 e 2 di tipo A non ancora sottotipizzati). Il virus di tipo B isolato a Milano è risultato appartenere al tipo B/ Yamagata presente i tutti i tipi di vaccino disponibili.

LA STAGIONE

Come di consueto per questo periodo dell'anno, l'intensità delle attività di influenza nella regione europea rimane bassa, con pochi virus influenzali rilevati (4% dei campioni sentinella). Anche se alcuni virus sono stati sottotipizzati (tipo A) o attribuita a un lignaggio (tipo B), il virus A (H1N1) pdm09 è stato quello rilevato più frequentemente rispetto a quelli A (H3N2) e il tipo B / Victoria è il lignaggio più identificato rispetto al virus B / Yamagata in entrambi i tipi di campioni sentinella e non sentinella. Tutti i virus caratterizzati sono omologhi ai ceppi inclusi nei vaccini per questa stagione, anche se B / Victoria è incluso solo nei vaccini tetravalenti.

PREVISIONI

Valutati i dati della rete Influnet e i dati ottenuti a livello internazionale anche per questa settimana si confermano le previsioni di inizio stagione che prevedono una stagione di media intensità (4 – 5 milioni di casi) e un andamento temporale simile a quello della scorsa stagione con un innalzamento nel numero di casi nelle prossime festività natalizie e il raggiungimento del picco nella 4-5 settimana del prossimo anno. Stante i continui sbalzi termici, che non favoriscono l'inizio dell'epidemia influenzale vera e propria, assistiamo ancora alla diffusione di un gran numero di casi dovuti ai virus respiratori non influenzali. E' necessario ribadire che è ancora possibile eseguire la vaccinazione antinfluenzale ed è necessario continuare a sensibilizzare le persone a rischio a recuperare l'abitudine alla vaccinazione in questi anni ingiustificabilmente ridotta.

LA CAMPAGNA

Dal mese di ottobre 2015 è operativo l’Osservatorio dell'influenza guidato dal virologo Fabrizio Ernesto Pregliasco, ricercatore presso l’Università degli Studi di Milano e direttore sanitario dell’Istituto Galeazzi di Milano. L’Osservatorio segue il monitoraggio dei picchi influenzali durante l’inverno e comunica i dati tramite il sito www.previenila.it. Attivo anche il numero verde 800.38.50.14 per chiedere informazioni, suggerimenti e indicazioni ai medici dell’AMIOT – Associazione Medica Italiana di Omotossicologia. Da ottobre è stata effettuata inoltre la distribuzione del materiale informativo dell’iniziativa (locandina, vetrofania e depliant) nelle farmacie e presso gli studi medici aderenti.

Foto e materiali informativi sono scaricabili dal sito www.previenila.it - www.previenila.it/pressarea

Il commento completo del virologo Fabrizio Pregliasco è pubblicato al seguente link: http://www.previenila.it/osservatorio/ - http://www.previenila.it/pressarea

Per ulteriori informazioni:

Moige - Movimento Italiano Genitori: Letizia Guidi ufficiostampa@moige.it 345/4778467GUNA S.p.a./A.M.I.O.T.: Clelia Corradi ccorradi@glebb-metzger.it e Alice Mussi amussi@glebb-metzger.it 02/72023003 - 335/7571669

Sipps: Francesco Demofonti f.demofonti@gascommunication.com 338/4376425

22 dicembre 2015 ADNKronos
Tag scienza - salute -
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us