Si può bere una birra dopo aver fatto sport?

Un boccale con gli amici dopo il caldo e la fatica sembra una buona idea, ma bisogna sapere che ci sono anche alcuni effetti poco salutari dovuti proprio all'esercizio fisico.

reu_rtr4809b_web
Una birra extralarge dopo una maratona è decisamente eccessiva.|REUTERS/Hannibal Hanschke

Poche cose soddisfano come una birra quando si è accaldati e sudati, ma quali effetti ha bere una pinta dopo uno sforzo fisico?

 

Partiamo dai numeri. Una birra media chiara ha un apporto di circa 176 Kcal (pari a 9 zollette di zucchero). Una sessione di jogging, in palestra o all'aperto, consente in genere di bruciare 1 Kcal per chilo di peso corporeo al chilometro: un adulto di 70 kg consumerà circa 70 Kcal per chilometro percorso. Di per sé, quindi, bere una birra dopo una corsa di almeno 2-3 km non fa ingrassare, ma se il numero di "bionde" aumenta, per non prendere peso bisogna correre parecchio.

Un ingrediente scomodo. Correndo si dà però fondo al glicogeno (la riserva di glucosio) di fegato e muscoli scheletrici; si perdono anche acqua ed elettroliti (come calcio, potassio, sodio), che è importante reintegrare. La birra contiene carboidrati, potassio, sodio: per certi versi è simile (pur con meno sodio) ad alcuni sport drink. Salvo che in un dettaglio: l'alcol.

 

Disidratati. La maggior parte delle birre ha una gradazione alcolica pari al 4-5% di alcol in volume. Bere alcol fa fare più pipì, quindi esagerare con la birra non è esattamente l'ideale per chi deve reidratarsi. Diversi studi dimostrano, poi, che il consumo di alcol influenza in modo negativo il processo di rigenerazione muscolare, essenziale soprattutto dopo la corsa, che comporta - per via dell'impatto con il suolo - microtraumi e stress muscolare.

 

Zuccheri e ormoni. Se assunto dopo l'attività fisica, l'alcol sembra influire negativamente sui livelli di glucosio conservati e rilasciati dal fegato. Può anche interferire con il meccanismo di controllo degli zuccheri del sangue, uno dei maggiori benefici associati allo sport perché contribuisce a prevenire il diabete.

 

Infine l'alcol, specie se associato allo sport, sembra favorire squilibri ormonali, come l'aumento di cortisolo (e con esso la perdita di massa muscolare) e la diminuzione di testosterone, che aiuta invece a ricostruire il tessuto muscolare.

 

Vince il buon senso. Sembra quindi che bere alcol dopo un'attività sportiva non sia il massimo, tuttavia, come in tutto, conta la moderazione.

 

 

02 Luglio 2016 | Elisabetta Intini