Salute

Bellezza: rovinate dal bisturi, check-list per le pazienti dai chirurghi GB

Roma, 4 ott. (AdnKronos Salute) - Volti trasfigurati, insolitamente gonfi, dall'espressione rigida e come congelata. Sono alcuni degli effetti indesiderati della chirurgia plastica, contro i quali ci si può difendere soprattutto scegliendo la struttura e il medico giusto. Ne sono convinti i medici britannici del Royal College of Surgeon, che hanno stilato una checklist per aiutare i pazienti a evitare di incappare in contrattempi e problemi.

Sul sito dei chirurghi si suggerisce, fra l'altro, di chiedere al medico informazioni sulla sua formazione e sull'assicurazione, ma anche dettagli sul recupero post-intervento. Inoltre, i pazienti dovrebbero essere sicuri che le loro aspettative sul ritocco siano realistiche.

A testimoniare alla Bbc online la propria esperienza è Dawn Knight, 48 anni di County Durham, che si è sottoposta a una blefaroplastica in una clinica privata nel 2012. La donna voleva rinfrescare lo sguardo, ma il chirurgo le ha 'tirato' troppo la pelle, così la paziente si è trovata a non poter chiudere bene gli occhi, e ha già subito un trattamento correttivo in una struttura del servizio sanitario britannico. "La mia esperienza è stata un lungo incubo - racconta - Non avevo idea che il mio chirurgo non fosse assicurato per lavorare in GB. Le persone devono conoscere i rischi delle procedure".

Ecco dunque la lista delle raccomandazioni stilate dal Royal College of Surgeon per un ritocco sicuro:

1) Incontra il chirurgo e accertati che sia certificato e autorizzato ad eseguire la procedura

2) Indaga su tutti i possibili costi, inclusa la gestione di eventuali complicanze

3) Verifica con il chirurgo che il risultato cosmetico desiderato sia raggiungibile

4) Verifica bene tutti gli aspetti dell'intervento

5) Valuta rischi e benefici

6) Controlla anche i tempi di recupero, la durata e l'eventuale necessità di supporto.

4 ottobre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us