Salute

Bellezza: incubo cellulite per una donna su 2, a primavera boom prodotti

Il cosmetologo, impazzano spot di snellenti e riducenti, strategia vincente con dieta e scale a piedi

Roma, 10 apr. (AdnKronos Salute) - Come le margherite sui prati, a primavera impazzano su riviste e canali tv le pubblicità di snellenti, riducenti, drenanti, sieri, cerotti, gel e fanghi anti-cellulite. "Non esistono dati epidemiologici, ma almeno una donna su due afferma di avere la cellulite, che poi è una galassia che racchiude problemi e inestetismi di tipo, grado e gravità differenti". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è Leonardo Celleno, cosmetologo dell'Università Cattolica di Roma, che sottolinea come il problema riguardi "spesso anche le giovanissime".

"Vediamo casi di ragazzine di 14-15 anni - dice - che, dopo la pubertà, presentano oltre alla cellulite anche una tendenza all'eccesso di peluria, all'acne e ad accumulare peso. Tutte spie di qualche problema. Ecco, in questi casi le mamme non devono minimizzare o trascurare la cosa, ma sarebbe bene consultare il dermatologo". Nella galassia cellulite "esistono pianeti, pianetini e stelle. Ci sono donne che non percepiscono questo inestetismo come un problema, altre che lo vedono dove non c'è. Ma bisogna dire anche che un fisico snello non mette al riparo dalla pelle a buccia d'arancia".

Secondo il cosmetologo "la primavera è davvero la stagione giusta per affrontare il problema, ma la strategia più adatta deve essere mirata, e soprattutto abbinare i prodotti anti-cellulite a una dieta sana, varia, ricca di frutta e verdura, liquidi, priva di alimenti troppo saluti, e all'attività fisica: basterebbe fare sempre le scale, anziché prendere l'ascensore, e camminare piuttosto che usare l'auto per vedere cambiamenti positivi".

Ma nella selva di creme, gel, impacchi e fanghi che fanno capolino sugli scaffali di farmacie, profumerie e persino supermercati, come scegliere il prodotto più adatto? "Nei casi più semplici o iniziali - spiega Celleno - legati a disturbi del ciclo, inverni sedentari o alimentazione sbagliata, si può optare per snellenti, riducenti e anticellulite che dir si voglia, che sgonfiano, attivano la lipolisi e hanno un'azione drenante. Abbinati a dieta, massaggi e attività fisica, aiuteranno ad affrontare la famigerata prova costume".

"Nel caso si opti per quelli attivi sulla tiroide, è importante sapere che si tratta di farmaci da usare sotto controllo medico, anche se non contengono tanto ormone da influenzare il metabolismo generale. Ma - raccomanda - bisogna seguire il consiglio del dermatologo". Anche perché non sono indicati per tutte. "Esistono poi i prodotti che agiscono per osmosi e richiamano i liquidi all'esterno, quelli a base di caffeina che è un potente lipolitico, e quelli con escina dall'azione drenante. Se si vuol essere sicuri di adottare la strategia più giusta per il proprio problema, è bene chiedere consiglio a un esperto in medicina estetica o al dermatologo".

Utile anche, secondo Celleno, associare i prodotti locali a integratori drenanti. "Nei casi in cui il problema è diffuso o di vecchia data si può optare per trattamenti locali a base di ultrasuoni, radiofrequenza o mesoterapia". La cellulite "è, come la bellezza, negli occhi di guarda, o meglio di chi si guarda: è un problema soggettivo. Ma se ci si rende conto di averlo, è bene iniziare ad affrontarlo a primavera con una strategia d'attacco complessiva", conclude l'esperto. "I risultati si vedranno dopo qualche settimana".

10 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us