Salute

Appetito e modo di mangiare cambiano con l'età?

Si cresce (e si invecchia) anche nell'approccio al cibo: ecco come le varie "stagioni" della vita influenzano il nostro rapporto con l'alimentazione.

Sull'appetito non incide soltanto la fame, intesa come l'esigenza biologica di cibo espressa dal corpo quando è a corto di energie. Altri fattori come l'olfatto, la pubblicità o il contesto in cui ci si trova influenzano il desiderio di mangiare. Uno di quelli di cui si parla meno è forse l'età: in base a un articolo pubblicato su BBC Future, e originariamente su The Conversation, esisterebbero sette "età del cibo", ciascuna con caratteristiche ed esigenze specifiche. Ecco quali.

Da 0 a 10 anni. All'esigenza di una rapida crescita si affianca la necessità di impostare le basi del comportamento alimentare del bambino, affinché non sviluppi, con l'età, disturbi alimentari o obesità. La diffidenza verso alimenti fondamentali, come la verdura, può essere vinta con progressive e positive esposizioni a quelle pietanze.

I piccoli dovrebbero essere lasciati liberi di esercitare un certo grado di controllo su ciò che hanno nel piatto. Spingerli a finire per forza tutto quello che si propone può influire sulla capacità futura di valutare il proprio appetito, e aprire la strada a problemi nell'autoregolazione del cibo.

Dai 10 ai 20 anni. Negli anni dell'adolescenza sono gli ormoni a influenzare l'appetito. A una fame spesso insaziabile si accompagna l'esigenza di una buona educazione alimentare, negli anni in cui i modelli proposti da social e pubblicità hanno forse l'influenza maggiore.

Una cattiva alimentazione in questa fase può portare a gravi carenze nutrizionali, soprattutto nelle ragazze, per una questione di salute riproduttiva. Le teenager alle prese con gravidanze precoci sono considerate per esempio particolarmente a rischio, in termini alimentari: un corpo che sta ancora crescendo si trova infatti "in competizione", sulle risorse, con quello del feto da nutrire.

Dai 20 ai 30 anni. Che si vada all'Università, si cambi città, si inizi a lavorare o ci si trasferisca a vivere con un partner (o soli) questo è - insieme alla decade successiva - il periodo in cui si cambia maggiormente stile di vita. Occorre prestare particolarmente attenzione all'aumento di peso, perché il grasso corporeo accumulato non si smaltisce facilmente.

I segnali che il corpo umano manda quando ha fame sono più forti e difficili da ignorare di quelli che segnalano un apporto di cibo eccessivo; inoltre alcuni alimenti facilitano la percezione del senso di sazietà. Una pietanza sana ad alto contenuto di acqua o di proteine - lo abbiamo tutti sperimentato - riempie prima di un barattolo di gelato, che è più facile consumare per intero senza rendersene conto.

Dai 30 ai 40 anni. Sono gli anni dello stress da lavoro, responsabile del cambiamento di abitudini alimentari nell'80% della popolazione.

Questo malessere può manifestarsi sotto forma di mal di stomaco o mal di pancia da ufficio (o comunque: in un modo che toglie la fame) o al contrario come molla scatenante di una dipendenza da cibo, con l'urgenza di consumare uno specifico alimento ad alto contenuto calorico. Un ambiente di lavoro strutturato per curare anche questo aspetto, insieme a strategie per ridurre lo stress, possono essere di aiuto.

cibo, età, scelte alimentari, alimentazione, salute
Scelte alimentari: in un certo senso sono inderogabili ad ogni età. © Shutterstock

Dai 40 ai 50 anni. Nella quinta decade si dovrebbe cominciare (se non lo si è fatto prima) a cambiare le abitudini alimentari per prevenire i problemi di salute. Non è sempre facile: da un lato siamo infatti creature abitudinarie, ormai inclini all'acquisto e al consumo di certi alimenti "feticcio"; dall'altro alcuni problemi di salute, come il colesterolo alto o l'ipertensione, non sempre manifestano già in questo periodo i primi sintomi.

Dai 50 ai 60 anni. Si inizia ad accusare una perdita di massa muscolare (sarcopenia) dello 0,5-1% all'anno, e fattori come una diminuzione dell'attività fisica, l'insorgenza della menopausa per le donne e uno scarso apporto di proteine possono peggiorare la situazione. Un'alimentazione sana e variegata e una regolare attività motoria possono aiutare a contrastare questo problema.

Le persone anziane sono più inclini a trascurare la propria alimentazione, spesso per questioni legate alla solitudine. © murielle29/Flickr

Dai 60 anni in su. Il cibo ha una forte valenza sociale, e in questa età della vita lo si avverte particolarmente. Gli anni che avanzano possono portare a carenza di appetito, e malattie degenerative come l'Alzheimer possono favorire perdita di peso e fragilità dell'organismo.

La scomparsa di una persona amata e la solitudine influiscono negativamente sulla voglia di mangiare e sulla cura e la preparazione del cibo. Altri fattori come alterazione dei sapori o cambiamento dei gusti personali in fatto di cibo; problemi dentali o nella deglutizione possono aggravare un quadro già complesso. Occorre ricordare che una maggiore durata dell'esistenza deve accompagnarsi a una buona qualità della vita.

15 luglio 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us