Salute

Appello di Msf al Governo Indiano: "Difendere la legge sui brevetti dei farmaci da 'Big Pharma'"

L'associazione ha deciso di lanciare campagna mentre si svolgono negoziati per l’accordo commerciale Rcep in Giappone

Roma, 11 giu. (AdnKronos Salute) - Medici senza frontiere (Msf) lancia oggi una campagna globale per esortare il primo ministro indiano Narendra Modi a resistere alle pressioni congiunte di Stati Uniti, Giappone, Svizzera e Unione Europea e di non modificare le leggi e le politiche indiane sui brevetti farmaceutici perché "ciò limiterebbe fortemente la capacità del paese di produrre farmaci a basso costo, a cui fanno affidamento milioni di persone in tutto il mondo", sottolinea Msf. Per questo l'associazione ha deciso di lanciare l'iniziativa mentre si svolge l'ottavo round dei negoziati per l’accordo commerciale Rcep (Partenariato Regionale Economico Globale) a Kyoto, in Giappone, accordo che contiene proposte che potrebbero minare l'accesso ai farmaci.

Oltre l'80% dei farmaci che Msf utilizza nei suoi progetti per il trattamento di più di 200 mila persone affette da Hiv sono generici indiani. Msf acquista in India anche ulteriori farmaci essenziali per il trattamento di altre malattie, tra cui la tubercolosi e la malaria. L'India produce anche versioni di farmaci a buon mercato per le malattie non trasmissibili, oggi considerate troppo costose anche per i sistemi sanitari dei paesi sviluppati.

"Come medici che hanno beneficiato di farmaci e vaccini a prezzi accessibili prodotti in India per svolgere il proprio lavoro - afferma Joanne Liu, presidente internazionale di Msf - non possiamo permetterci di restare in silenzio nel momento in cui il principale paese produttore di farmaci salvavita rischia di non poter più fornire terapie a prezzi accessibili per chi ne ha più bisogno. Vogliamo mandare all’India un forte messaggio di sostegno: il mondo osserva cosa sta accadendo e vuole assicurarsi che continui a essere la farmacia dei paesi in via di sviluppo".

La legge indiana fissa standard più in alti rispetto ad altri paesi sui farmaci per cui deve essere rilasciato o meno un brevetto, nell'interesse della salute pubblica. Questo ha consentito che una forte concorrenza generica abbattesse, per esempio, il prezzo di una combinazione di trattamento di base per l’Hiv del 99% nel corso di un decennio - da oltre 10 mila circa 100 dollari.

Attraverso i negoziati Rcep "il Giappone - ricorda Msf -sta cercando di mettere in atto una serie di disposizioni restrittive, che vanno oltre gli obblighi dell'India nell'ambito delle norme commerciali internazionali. Esse permettono alle aziende di estendere perennemente i loro monopoli apportando lievi modifiche ai farmaci già esistenti, una prassi comune dell'industria farmaceutica nota come evergreening . Ulteriori misure in questo senso - aggiungono i medici - permetterebbero alle aziende di ottenere un monopolio di fatto, anche per i farmaci che secondo i criteri della legge indiana non dovrebbero essere brevettati, limitando la capacità della Autorità per la Regolamentazione del Farmaco di registrare farmaci generici, senza che siano ripetute costose e, spesso, non etiche sperimentazioni cliniche, la cosiddetta esclusività dei dati".

Gli Stati Uniti, l’Unione Europea, la Svizzera e ora il Giappone continuano ad attaccare le leggi e le politiche indiane che fanno pieno uso della flessibilità consentita per salvaguardare la sanità pubblica così come previsto dalle regole del commercio internazionale per aumentare l'accesso ai farmaci generici a prezzi accessibili.

11 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us