Salute

Animali: prima baby-gorilla in GB a nascere con un cesareo

La mamma soffriva di pre-eclampsia, ora entrambe stanno bene

Roma, 23 feb. (AdnKronos Salute) - Fiocco rosa in Gran Bretagna per la prima baby-gorilla - appartenente a una sottospecie minacciata dall'estinzione - nata dopo un cesareo di emergenza. La mamma, infatti, soffriva di una pericolosa pre-eclampsia. Ad eseguire il cesareo non è stato un veterinario, ma un noto ginecologo. L'operazione è stata condotta sulla mamma Kera, una gorilla occidentale di pianura di 11 anni, cui era stata diagnosticata dai medici una pre-eclampsia. I test, condotti sul feto, hanno rivelato che la piccola non rispondeva agli stimoli e gli operatori dello zoo di Bristol hanno contattato i medici del locale reparto di maternità del Servizio sanitario britannico (Nhs).

Fra i due 'camici bianchi' chiamati ad operare c'era anche David Cahill, noto specialista in medicina della riproduzione della Bristol University e ginecologo del St. Michael's Hospital. Per lui, che ha eseguito centinaia di cesarei umani, questo intervento è stato "qualcosa di speciale. Insieme alla nascita dei miei bambini, è stato probabilmente uno dei maggiori risultati della mia vita - racconta - e di sicuro qualcosa che non dimenticherò mai. Sono tornato a trovare Kera e la baby-gorilla", a cui non è ancora stato dato un nome, "ed è stato meraviglioso vedere che stanno entrambe così bene".

La mamma è stata operata il 12 febbraio scorso, riferisce il 'Telegraph', e dopo l'estrazione della piccola i veterinari hanno praticato le manovre di rianimazione d'emergenza. Si tratta del primo intervento di questo tipo in Gran Bretagna ad avere successo, e uno dei pochi al mondo. Alla nascita la baby-gorilla pesava 1 kg e 190 grammi, e ora viene seguita dai veterinari dello zoo di Bristol. Mamma e figlia non sono state ancora mostrate ai visitatori dello zoo.

23 febbraio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us