Salute

Animali: i panda giganti non sono più in via di estinzione

Ma rimangono 'vulnerabili'

Pechino, 5 set. (AdnKronos Salute/Dpa) - I panda non sono più a rischio di estinzione, ma rimangono "vulnerabili". Lo ha stabilito l'Iucn (International Union for the Conservation of Nature), l'organismo che gestisce la 'lista rossa' delle specie a rischio di scomparire, secondo quanto comunicato ieri dal World Conservation Congress delle Hawaii, negli Usa.

Per più di 20 anni i panda hanno simboleggiato tutte le specie in via di estinzione, anche se il loro numero è aumentato grazie agli sforzi di conservazione delle foreste da parte di Pechino. "Il piano del governo cinese per espandere la politica di conservazione esistente per la specie è un passo positivo e deve essere fortemente sostenuto al fine di garantire la sua effettiva attuazione", spiega l'Iucn, i cui ultimi dati parlano di 1.846 panda giganti adulti, che arriverebbero a 2.060 con i cuccioli.

L'ottimo risultato potrebbe però avere breve termine: secondo l'ente, nei prossimi 80 anni i cambiamenti climatici potrebbero infatti cancellare più di un terzo delle zone dove cresce il bambù, cibo fondamentale per l'alimentazione dei panda. "Per proteggere questa animale simbolo è fondamentale che continuino misure efficaci per la protezione delle foreste", si legge nel rapporto.

Brutte notizie invece per i gorilla orientali, la cui popolazione è stata cancellata per il 70% dal bracconaggio nella Repubblica democratica del Congo. Del più grande primate del mondo ne rimangono in vita solo 5.000 esemplari, che stati spostati dalla lista 'endangered' a 'critically endangered', ossia a solo un passo dall'estinzione in natura.

A fargli compagnia il gorilla occidentale, l'orango del Borneo e l'orangotango di Sumatra. Le altre due specie di grandi scimmie, scimpanzé e bonobo, sono ancora nella lista 'endangered'.

5 settembre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us