Salute

Animali: Ciwf lancia petizione a Lorenzin su antibiotico-resistenza

Roma, 18 mag. (AdnKronos Salute) - Tra i 5.000 e i 7.000 morti, e più di 100 milioni di euro spesi ogni anno secondo i dati della Simit, la Società italiana di malattie infettive e tropicali. "L'antibiotico-resistenza minaccia la salute degli italiani e l'uso massiccio negli allevamenti intensivi del nostro Paese è una delle principali cause". L'allarme arriva da Ciwf Italia Onlus che lancia una petizione rivolta al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, chiedendo un piano obbligatorio per il monitoraggio e la riduzione dell'uso degli antibiotici negli allevamenti.

"Nel nostro Paese - sottolinea Ciwf in una nota - a dispetto della decantata qualità del made in Italy, l'uso di antibiotici negli allevamenti è fra i più alti in Europa. Per produrre un chilo di carne, in Italia utilizziamo 2-3 volte la quantità di antibiotici utilizzati in altri Paesi d'Europa. Ma è provato che l'uso eccessivo di antibiotici negli allevamenti intensivi crea la resistenza agli antibiotici e, conseguentemente, batteri resistenti che si sviluppano negli animali possono contagiare anche gli uomini provocando patologie anche gravi".

"Lasciare, come ha fatto il ministero della Salute, i controlli e la gestione di piani, oltretutto solo volontari, all'industria, è inaccettabile - sottolinea Annamaria Pisapia, direttrice di Ciwf Italia - Il nostro Paese accusa una grave arretratezza nella lotta all'antibiotico-resistenza che, oltre a minacciare la salute pubblica, può penalizzare gravemente il mercato del made in Italy. Non c'è più tempo: è urgente un piano obbligatorio e trasparente per la riduzione dell'uso degli antibiotici negli allevamenti, e questa riduzione non può che passare per il miglioramento delle condizioni di benessere degli animali".

18 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us