Salute

Animali: anche insetti si autocurano con piante, api scelgono foglie tabacco

Prove di zoofarmacognosia fra i bombi affetti da parassiti intestinali

Roma, 4 mag. (AdnKronos Salute) - Finora, la maggior parte delle prove scientifiche sul fatto che gli animali si autocurano attraverso l'ingestione o l'applicazione di sostanze con proprietà medicinali per trattare o prevenire le malattie è stata raccolta fra i vertebrati, soprattutto scimpanzé. Ma sembra che siano molte di più le specie che si nutrono di piante per le loro proprietà curative, inclusi gli insetti, rivela un nuovo studio pubblicato su 'F1000Research', a opera di scienziati della Queen Mary University of London.

Gli esempi più comuni di zoofarmacognosia riguardano i pappagalli che mangiano l'argilla per assorbire le tossine presenti nell'intestino, o i cani che si nutrono occasionalmente di erba per purgarsi. Anche gli orsi bruni nordamericani sono noti per l'uso di un 'mix' di radici e saliva che si strofinano sulla pelliccia per respingere gli insetti, in un modo simile a quello utilizzato da molte specie di uccelli per eliminare le formiche e i pidocchi dalle piume. Gli esperti inglesi hanno ora dimostrato che i bombi (Bombus Impatiens), simili a grandi api pelose e appartenenti alla famiglia degli imenotteri, quando sono infettati dal parassita intestinale Crithidia bombi si nutrono più spesso rispetto alle api sane di foglie di tabacco: la nicotina infatti riduce il livello di parassiti intestinali per un paio di giorni, anche se non aumenta l'aspettativa di vita degli insetti che si sono autocurati rispetto a quelli che non lo hanno fatto.

David Baracchi, co-autore dello studio, spiega: "Anche se è chiaro che c'è un po' di vantaggio nel consumo di nicotina per le api infestate di parassiti, la sfida chiave è ora quella di scoprire esattamente come questo farmaco naturale limita l'impatto della malattia sulla comunità delle api".

4 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Perché Gesù finì sulla croce? A chi dava fastidio davvero, e di cosa fu accusato? Nella Palestina di duemila anni fa, ricostruiamo il processo che condannò alla più terribile delle pene il predicatore di Nazareth, consegnandolo per sempre alla Storia e, per i credenti, alle braccia del Padre.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello è l'organo più complesso da scoprire. Ecco le ultime rivelazioni della scienza. Inoltre: i laboratori bunker dove si manipolano i virus; tornano i supersonici per attraversare la stratosfera; quanto e come si allenano gli atleti delle Olimpiadi.  E ancora sei bugiardo o super bugiardo? Scoprilo con il test. 

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us