Salute

Anche il latte materno di mamme vegane contiene due importanti nutrienti

Una dieta vegana in donne che hanno appena partorito non sembra influire granché sulla concentrazione di vitamina B2 e carnitina nel latte materno.

Una dieta vegana nelle madri che allattano al seno, garantisce al neonato tutti i nutrienti di cui ha bisogno per crescere? Uno studio olandese da poco diffuso si inserisce in una questione da tempo discussa in pediatria, fornendo una risposta parziale: nel latte materno delle neomamme vegane sono presenti concentrazioni di vitamina B2 e carnitina (essenziali per lo sviluppo del bebè) paragonabili a quelle trovate nel latte di mamme onnivore.

La ricerca degli Amsterdam University Medical Centers è stata presentata nel corso del 55esimo Meeting Annuale della Società Europea di Gastroenterologia, Epatologia e Nutrizione Pediatrica (ESPGHAN).  

Influenza trascurabile. Utilizzando una tecnica di analisi che separa i campioni in tutte le loro componenti essenziali e analizza le loro masse, gli scienziati hanno concluso che l'alimentazione vegana o meno delle madri non sembra aver effetto sulla concentrazione di vitamina B2 e carnitina, nonostante questi nutrienti siano di norma presenti in maggiori quantità negli alimenti di origine animale.

Di che nutrienti stiamo parlando? La vitamina B2 (riboflavina) è fondamentale per molti processi biologici, e non accumulandosi nell'organismo deve essere assunta regolarmente attraverso l'alimentazione. Si trova soprattutto in latte e derivati, uova, lievito di birra, fegato, ma anche nei vegetali a foglia verde. Una sua carenza nei bambini può provocare un arresto della crescita e problemi nell'assimilazione degli alimenti, e si manifesta con sintomi come anemia, debolezza muscolari, problemi oculari, tachicardia.

La carnitina è indispensabile per il trasporto dei grassi nei mitocondri e quindi per la produzione di energia nelle cellule. Si trova soprattutto nelle carni e in misura minore in latte e derivati. Vegetali e cereali ne contengono tracce, ma il corpo umano ne può creare anche a partire da un amminoacido (la lisina) presente nei legumi. La sua carenza può portare a concentrazioni troppo basse di zucchero nel sangue e a disfunzioni al cuore e al cervello.

Come interpretare lo studio. Si comprende bene perché accertarsi che queste due sostanze siano presenti in quantità sufficienti nel latte materno è di fondamentale importanza per chi si occupa di tutelare la crescita dei neonati. In passato, studi sulle concentrazioni di carnitina nel plasma avevano per esempio stabilito che il nutriente era presente in misura minore nelle persone vegane rispetto a quelle onnivore: da qui le raccomandazioni alle donne vegane in allattamento di integrare momentaneamente il consumo di prodotti animali per evitare carenze nei neonati.

Il nuovo studio sembra però suggerire che una dieta vegana non influisca negativamente sulle concentrazioni di carnitina (e vitamina B2) nel latte materno, a prescindere da quelle presenti nella circolazione sanguigna.

L'influenza dell'alimentazione vegana sulla presenza di queste due specifiche sostanze nel latte materno potrebbe essere meno significativa di quanto ipotizzato in passato.

Latte proprio e latte donato. «Questi risultati suggeriscono che una dieta vegana nelle madri che allattano non sia un rischio per lo sviluppo di vitamina B2 o la carenza di carnitina nei bambini allattati» dice Hannah Juncker, a capo dello studio. «Questa informazione è utile per le madri in allattamento e per le banche di latte materno, che raccolgono latte da donare ai neonati prematuri che non ne possono ricevere a sufficienza dalle loro madri».

18 maggio 2023 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us